fbpx

Vaccini, lo Spallanzani: “non conferiscono l’immunità, puntiamo sulle terapie”

Vaccino Pfizer Caroline Brehman / Ansa

Vaccini, lo studio dell’Istituto Spallanzani di Roma: “non conferiscono l’immunità”

Secondo uno studio dell’Istituto Spallanzani di Roma, finanziato dal Ministero della Salute, “il vaccino non conferisce l’immunità sterilizzante“. I ricercatori del noto istituto mettono in primo piano “l’adesione continua alle misure di prevenzione della salute pubblica per gli individui vaccinati fino a quando non sarà raggiunta un’adeguata copertura vaccinale della popolazione o in presenza di individui vulnerabili suscettibili”, in quanto i dati riscontrati mostrano che gli individui vaccinati che si infettano dopo la vaccinazione, sebbene rappresentino una piccola percentuale della popolazione vaccinata (lo 0,3%), possono portare elevate cariche virali nel tratto respiratorio superiore, anche se infettati molto tempo dopo la seconda dose, cioè quando avrebbe dovuto essere sviluppata l’immunità correlata al vaccino. Per  Maurizio Belpietro, direttore de “La Verità”, c’è ora da chiedersi se “dopo la pubblicazione della ricerca dello Spallanzani, qualcuno al Ministero cambierà idea sul Green Pass e sui monoclonali o continuerà sulla stessa linea, cioè sulla pelle degli italiani?”.