fbpx

Calabria, la pineta di Satriano è di nuovo al sicuro: catturato l’ultimo cane killer che uccise Simona Cavallaro

simona cavallaro

I carabinieri e il personale dell’Asp hanno individuato l’animale nella luogo della tragica morte di Simona. Ora le analisi legate all’indagine

Anche l’ultimo cane del branco killer che ha attaccato Simona Cavallaro è stato catturato. A individuare e poi bloccare l’animale sono stati i carabinieri della compagnia di Soverato in collaborazione con il personale della società che gestisce il servizio per conto del comune e con i veterinari dell’Asp. L’animale, secondo la ricostruzione effettuata dagli inquirenti, faceva parte del gruppo di cani che dieci giorni fa ha assalito la 20enne azzannandola a morte e dilaniandola nella Pineta di Monte Fiorino a Satriano. La giovane era in compagnia di un amico sfuggito al branco assassino, il quale per primo ha lanciato l’allarme su quanto stava accadendo.

I carabinieri di Satriano con i tiratori veterinari, lo hanno attirato con tecnica nella pineta, simulando l’uscita delle capre con l’uso di campanelli. Quando l’animale si è avvicinato, lo hanno sedato colpendolo a distanza per catturarlo. Le indagini a questo punto passeranno alla fase successiva, le analisi di tutte le fonti di prova saranno raccolte e trasmesse al Ris di Messina.