fbpx

SS 106 Jonica, il Governo promette nuovi interventi. Carfagna: “ammodernamento è obiettivo primario”

interventi ss 106

“Il Governo è pienamente consapevole dell’importanza dell’opera e sta lavorando per reperire nelle prossime settimane, al più tardi entro la prossima legge di bilancio, le risorse per finanziare ulteriori lotti”: è quanto ha affermato il Ministro Carfagna durante la Question time alla Camera

La SS 106 è una delle strade senza dubbio più pericolose dell’intero Paese, per questo diverse associazioni e politici soprattutto calabresi chiedono attenzione al Governo. Durante il Question time alla Camera, è stato oggi il Ministro per il Sud, Mara Carfagna, a fare chiarezza. “Per la completa realizzazione della Statale jonica, occorre assicurare, nel prossimo periodo, un ulteriore significativo sforzo finanziario di circa 2 miliardi. Il Governo è pienamente consapevole dell’importanza dell’opera, come ho detto in apertura, e sta lavorando per reperire nelle prossime settimane, al più tardi entro la prossima legge di bilancio, le risorse per finanziare ulteriori lotti, in linea con il progressivo avanzamento della progettazione. A queste risorse, poi, che stanno per essere stanziate, si aggiungeranno poi anche quelle della programmazione del FSC 21/27 relative alla Calabria che certamente avranno nel completamento e nell’ammodernamento della Statale Jonica un obiettivo primario”.

Esiste già comunque un piano di riqualificazione punta a massimizzare la resa degli investimenti, con l’obiettivo di migliorare gli standard di servizio, innalzare il livello di sicurezza con costi e tempi sostenibili riducendo nel contempo l’impatto ambientale dell’infrastruttura e determinando una ricaduta economica immediata sul territorio. La strada statale 106 “Jonica” collega Reggio Calabria a Taranto, attraverso un percorso di 491 km lungo la fascia litoranea jonica di Calabria, Basilicata e Puglia, quindi è tratta di un collegamento strategico per il Sud Italia, poiché mette in comunicazione i due capoluoghi, i numerosi comuni costieri, l’Autostrada del Mediterraneo e l’autostrada A14 “Adriatica” che termina proprio a Taranto. Come si legge nel report del Commissario Straordinario S.S. 106 Jonica, Ing. Massimo Simonini, pubblicato sul portale della Camera nello scorso febbraio, “lungo la statale Jonica, l’Anas ha già completato l’ampliamento a quattro corsie, con spartitraffico centrale, di tutto il tratto ricadente in Puglia (39 km) e in Basilicata (37 km). In Calabria sono stati ampliati a quattro corsie circa 67 km, di cui: 15 km al confine con la Basilicata (tra Rocca Imperiale e Roseto Capo Spulico, in provincia di Cosenza); 5 km a ridosso dei centri abitati di Gabella Grande (frazione di Crotone); 22 km tra lo svincolo di Squillace e lo svincolo di Simeri Crichi (compresi 5,2 km del prolungamento della strada statale 280 “dei Due Mari”); infine 25 km tra Locri e Roccella Jonica (in provincia di Reggio Calabria). Sempre in Calabria, Anas ha in atto un piano complessivo di riqualificazione dell’arteria, che comprende sia la realizzazione di tratti con due carreggiate separate, ciascuna a due corsie per senso di marcia, sia la messa in sicurezza dell’arteria esistente”. Si attende dunque che gli impegni siano mantenuti e che il Governo s’impegni seriamente a mettere in sicurezza un tratto di strada che troppo spesso finisce sulla cronaca nera dei giornali.

Occhiuto: “bene impegno Carfagna per Statale Jonica, con FI al governo Calabria in cima alle priorità”

“‘La Strada Statale Jonica è un’opera strategica per la Calabria, e il governo ne è pienamente consapevole’. Basterebbero queste poche parole pronunciate dal ministro Mara Carfagna durante il question time di oggi a Montecitorio per fotografare il cambio di passo che abbiamo avuto negli ultimi mesi. Con Forza Italia al governo e con il presidente Draghi a Palazzo Chigi la Calabria e l’intero Mezzogiorno sono in cima alle priorità del Paese. Ringrazio il ministro per il Sud per l’impegno assunto a nome dell’esecutivo a reperire i 2 miliardi di euro necessari per completare la Statale Jonica, una infrastruttura chiave per la nostra Regione e per i collegamenti commerciali dell’intero Meridione. Lavorerò, da governatore della Calabria, per raggiungere insieme al governo nazionale questo importantissimo obiettivo”. Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria.