fbpx

Reggio Calabria, Occhipinti (UpC): “ormai i rifiuti ostruiscono gli ingressi delle abitazioni. Falcomatà si vergogni”

rifiuti reggio calabria

Reggio Calabria, Occhipinti: “i reggini presto non riusciranno neanche a fare rientro nelle proprie abitazioni, considerando che gli ingressi saranno completamente ostruiti da cumuli di spazzatura che nessuno immagina neanche più di raccogliere”

“I reggini presto non riusciranno neanche a fare rientro nelle proprie abitazioni, considerando che gli ingressi saranno completamente ostruiti da cumuli di spazzatura che nessuno immagina neanche più di raccogliere. Il fallimento di questa Amministrazione comunale è ormai sotto gli occhi di tutti”. Il presidente di Uniti per Crescere Riccardo Occhipinti, nuovamente è costretto a intervenire sulla vicenda, dopo che nelle ultime settimane le segnalazioni di disagio da parte dei cittadini si sono moltiplicate. “Quanto sta avvenendo nel quartiere di San Giorgio Extra (solo questa mattina a seguito delle segnalazioni di Upc e all’interessamento del consigliere comunale di Fi Caridi sono stati raccolti parzialmente i cumuli) – spiega Occhipinti – ma anche sul resto del territorio cittadino, è davvero inaccettabile. I cumuli di rifiuti impediscono il regolare transito dei veicoli, ingombrano gli ingressi delle abitazioni e diventano sempre più pericolosa attrattiva per ratti e scarafaggi. Il cattivo odore arriva ormai ai piani alti delle abitazione e si rischia di andare incontro davvero ad un’emergenza sanitaria. Dove sono finiti gli interventi che aveva promesso il sindaco Giuseppe Falcomatà? Il sindaco aveva illustrato come sarebbe cambiato il sistema di raccolta dei rifiuti che da anni ormai opprime i cittadini e non ha funzionato neanche un solo giorno e poi, come al solito, dopo l’annuncio il nulla. Non si può proseguire così – chiude Occhipinti – servono interventi immediati per evitare anche che possano esserci ripercussioni serie per la salute dei cittadini. La Città non è mai stata così sporca e maleodorante come durante questa estate, e ancora di più in questi giorni. Proprio nel periodo in cui avrebbe dovuto registrarsi una maggiore presenza di turisti. I pochi arrivati porteranno nel cuore il nostro mare e il nostro sole, ma anche un’immagine di degrado e incuria che non ci meritiamo e che questa Amministrazione ha trasformato nel suo biglietto da visita”.