fbpx

Reggio Calabria, “La Strada” sull’emergenza idrica: “in diversi quartieri la misura è ormai colma”

Perdita acqua

Reggio Calabria, “La Strada” con Saverio Pazzano: “emergenza idrica richiede tempistiche certe di riparazione guasti e manutenzione costante. In diversi quartieri la misura è ormai colma”

È ormai da mesi che chiediamo all’amministrazione comunale di intraprendere un deciso cambio di passo rispetto all’emergenza idrica, ma, di fronte al perpetuarsi da parte delle autorità preposte di un atteggiamento al limite dell’indolenza, non possiamo non stigmatizzare ulteriormente le deficienze della macchina comunale nell’erogazione di un servizio essenziale e nella risposta alle criticità ormai sistemiche relative alle condotte idriche del territorio reggino”, è quanto scrive in una nota il movimento “La Strada” con Saverio Pazzano. “Chiediamo ancora una volta che venga istituito un registro delle manovre effettuate sulla rete idrica, perché gli interventi degli operatori vengano opportunamente monitorati; che i tempi di attesa tra le segnalazioni della cittadinanza relative ai guasti e ai disservizi e gli interventi di riparazione non siano proverbialmente “biblici”; che gli interventi stessi non siano sempre e necessariamente a posteriori, ma piuttosto inquadrati in un serio piano di manutenzione dell’impianto. È chiaro che per manutenere occorrerà approntare al più presto una mappatura aggiornata della rete idrica così come affrontare una volta per tutte la questione delle condutture vetuste, onde evitare il riproporsi di guasti frequenti in alcuni “punti deboli” della rete. Questi ultimi sono infatti inevitabilmente soggetti allo stress della pressione idrica, con conseguente scoppio delle tubature (Castore effettua mensilmente una media di 300 interventi di ripristino!). Il sommarsi di questi fattori ha come effetto un perenne stato di emergenza nella gestione idrica, esacerbato dalla siccità nei mesi estivi. Ci arrivano segnalazioni giornaliere da quartieri come Pietrastorta (cui fa riferimento la foto a corredo del comunicato), Santa Caterina, Pentimele, Pellaro, relative a perdite d’acqua su strada, erogazione scarsa, discontinua o assente per lunghe fasce orarie, tempistiche inaccettabili tra segnalazione del guasto ed intervento. Non ci stancheremo di raccogliere e rinviare all’amministrazione la legittima indignazione delle cittadine e dei cittadini di Reggio, una città ormai al limite dell’invivibilità“, conclude la nota.