fbpx

Reggio Calabria, i parcheggi di Viale Zerbi e Rada Giunghi restano a pagamento “a tempo indeterminato”: l’ennesima menzogna dell’Amministrazione Comunale sulla pelle dei cittadini

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Reggio Calabria, ripristinata la viabilità della via Marina dopo l’esperimento dell’isola pedonale ma i parcheggi di Viale Zerbi e Rada Giunghi restano a pagamento: i fatti smascherano le bugie dell’Amministrazione Comunale che persino ieri

Stamattina a partire dalle ore 08:00 la viabilità è tornata alla normalità sulla via Marina di Reggio Calabria dopo l’esperimento dell’isola pedonale sul corso Matteotti (via Marina alta) che a fine giugno aveva rivoluzionato il traffico provocando un’estate di confusione e polemiche. Dopo tre mesi, tutto (o quasi) torna come prima: doppio senso di marcia sul Lungomare Falcomatà (via Marina bassa) in direzione Sud con doppi parcheggi ambo i lati (ovviamente a pagamento, com’era prima). I parcheggi istituiti nel tratto meridionale del corso Matteotti (via Marina alta) sono stati invece cancellati, e si è tornati al doppio senso di marcia in direzione Nord per le auto e in direzione Sud per gli autobus nella corsia preferenziale riservata al trasporto pubblico e alle autorità.

Ma con l’istituzione dell’isola pedonale in via Marina alta, l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Falcomatà aveva contestualmente trasformato centinaia di parcheggi gratuiti in posti auto a pagamento. Soltanto sul Viale Zerbi (corsia lato mare, direzione Sud, di fronte il nuovo Waterfront e la pineta Zerbi) e nella Rada Giunghi, cioè nel piazzale del Lido Comunale, i parcheggi gratuiti diventati a pagamento sono stati ben 173.

Ieri l’Amministrazione comunale ha inviato uno stringato comunicato stampa ai media per informare i cittadini che “a partire dalle ore 8.00 di domani (oggi, ndr) sarà ripristinato il consueto senso di marcia in direzione nord-sud su Lungomare Falcomatà e sud-nord su corso Matteotti. Contestualmente saranno ripristinate tutte le aree di sosta così come conformate prima dell’istituzione sperimentale dell’isola pedonale per il periodo estivo“.

In realtà però, stamattina le aree di sosta non sono affattostate ripristinate così come conformate prima dell’istituzione dell’isola pedonale“: tutti i parcheggi che erano gratuiti ed erano diventati a pagamento contestualmente all’istituzione dell’isola pedonale, sono rimasti a pagamento (vedi foto a corredo dell’articolo, scattate stamattina). Non solo, quindi, il danno dei disagi estivi, la viabilità stravolta, il centro paralizzato, gli incidenti sul Lungomare e le ripercussioni sulla vita sociale del cuore della città, ma anche la beffa dell’abolizione di centinaia di parcheggi gratuiti (già prima molto rari) che rimangono a pagamento anche dopo la fine dell’esperimento.

Già a Luglio su StrettoWeb denunciavamo le bugie dell’Amministrazione Comunale che annunciava “nuovi parcheggi” quando in realtà stava semplicemente trasformando parcheggi già esistenti da gratuiti a pagamento, quindi anzichè dare un nuovo servizio ai cittadini come erroneamente comunicato, ne complicava la vita e il costo della vita. “Parcheggi in centro, di “nuovo” c’è solo il pagamento” scrivevamo evidenziando già allora come la segnaletica era già definitiva. Non c’era alcuna intenzione di ripristinare i parcheggi com’erano prima dopo la fine dell’esperimento dell’isola pedonale, e infatti adesso abbiamo la conferma che rimarranno a pagamento. Eppure dal Comune continuano a vendere fumo annunciando il “ripristino di tutte le aree di sosta così come fonformate prima dell’isola pedonale“. Ed è questo ciò che la città non può in alcun modo accettare: il continuo perpetuare di palesi bugie, menzogne e falsità nei confronti di una città che invece avrebbe bisogno di sincerità e trasparenza.

Ma evidentemente c’è ancora qualcuno che ama farsi ingannare…

Reggio Calabria, l’impegno dell’Assessore Cama: “torna davvero tutto come prima, i parcheggi di Viale Zerbi e Rada Giunchi sono nuovamente gratuiti”