fbpx

Reggio Calabria: all’Arena dello Stretto l’evento “Ad ogni donna pensata come amore”

barbaro cardia

Reggio Calabria: si svolgerà venerdì 10 settembre all’Arena dello Stretto, a partire dalle ore 20.30, l’evento “Ad ogni donna pensata come amore”, recitativo in atto unico con brani di Fabrizio di Andrè

Si svolgerà venerdì 10 settembre all’Arena dello Stretto, a partire dalle ore 20.30, l’evento “Ad ogni donna pensata come amore”, recitativo in atto unico con brani di Fabrizio di Andrè. Un’iniziativa promossa dal Centro Comunitario Agape e cooperativa Soleinsieme, all’interno del salotto sportivo “Asc Well City”. Come spiegato dagli stessi promotori, nel corso della conferenza stampa svoltasi mercoledi mattina a Palazzo San Giorgio, il Comune di Reggio Calabria e ASC hanno invitato le due organizzazioni a promuovere un’iniziativa sul tema della tutela dei diritti delle donne vittime di violenza all’interno della rassegna. Sia l’assessore alle pari opportunità, Giuggi Palmenta e che Mario Cardia, consigliere delegato per l’Estate Reggina, hanno fortemente voluto all’interno del calendario estivo un’iniziativa di sensibilizzazione su un tema così delicato, che prevede, fra l’altro, un omaggio a Don Italo Calabrò e Fausta Ivaldi, due difensori dei diritti delle donne. Anche Renato Raffa, in rappresentanza dell’ASC provinciale e nazionale, ha spiegato che “all’interno della rassegna abbiamo sospeso, per senso di responsabilità, le attività sportive per evitare assembramenti, scegliendo, allo stesso tempo, di dedicare appositi spazi a tematiche sociali di rilievo”.  Invito che è stato accolto dal Centro Comunitario Agape e dalla cooperativa Soleinsieme. “Negli ultimi anni – ha dichiarato Lucia Lipari, vicepresidente del Centro Comunitario Agape- La nostra associazione si è molto dedicata al contrasto alla violenza di genere e all’accompagnamento delle vittime. Cogliamo l’occasione, in sinergia con le Istituzioni, per ribadire il nostro impegno nel favorire la costruzione di modelli culturali e di strumenti di emancipazione per le donne in difficoltà”. Giusy Nuri, presidente della coop Soleinsieme, ha spiegato come “sia importante fare sensibilizzazione continua su questi temi e in tempi di restrizioni, in cui è difficile per le organizzazioni promuovere iniziative, l’invito è stato colto immediatamente, chiedendo a Nanni Barbaro di riprendere uno spettacolo già proposto in occasione della costituzione della cooperativa e di riattualizzarlo con nuovi spunti di riflessione”. Nanni Barbaro, insieme all’associazione “Corde Libere”, in poco tempo, ha messo su un gruppo di musicisti e attori che ha ringraziato per la generosità e disponibilità, ideando uno spettacolo che partendo dalle note di Fabrizio di De Andrè e con intermezzi teatrali va a trattare varie sfumature  dell’universo femminile.