fbpx

Stadi, verso un aumento della capienza al 75-80%: quanti tifosi della Reggina entrerebbero al Granillo

reggina-spal tifosi granillo Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Quanti tifosi della Reggina entrerebbero al Granillo in caso di ingresso ampliato al 75-80%? I numeri

Il calcio, finalmente, è tornato ad essere calcio. Perché senza tifosi, in un teatro vuoto e angosciante, diventano veramente “22 uomini che corrono dietro a un pallone”, frase tanto cara a chi odia questo sport. Per fortuna, dopo un anno e mezzo, i supporters sono tornati – seppur parzialmente – sugli spalti. 50% della capienza in zona bianca, a partire dagli Europei di questa estate, e 2.500 tifosi in zona gialla, fascia in cui per ora ci è entrata soltanto la Sicilia. Negli ultimi giorni, però, sono emerse novità importanti in tal senso: a fine settembre infatti il Governo valuterà – sulla base degli ultimi dati epidemiologici e dopo la riapertura delle scuole – se sarà il caso di allargare ulteriormente la capienza disponibile all’interno degli impianti. Si parla del 75-80% e le sensazioni sembrano essere positive, alla luce dell’aumento della campagna vaccinale, dell’estensione sull’obbligo del Green Pass e sui dati in miglioramento su contagi e ricoverati.

E al Granillo? La Reggina, finora, si è attestata su una media di circa 5 mila presenze nelle tre gare contro Monza, Ternana e Spal. Sempre in zona bianca, ha potuto contare su un margine di 11.434 posti disponibili a fronte di una capienza di più di 20 mila posti totali. Ad oggi, dunque, l’impianto di Via Galileo Galilei non ha fatto registrare numeri neanche vicini all’occupazione del 50%, ma il problema, più che altro, da queste parti, è quell’oscillazione continua, specie nelle ultime settimane, tra numeri da zona bianca e da zona gialla. Per ora la Calabria resiste, ma in caso di cambio colore sarebbero dolori, perché 2.500 persone significherebbero soprattutto incasso troppo scarso dai botteghini. Nelle discussioni tra esperti del Cts e Governo non emergono ulteriori dettagli sulle zone a colori. Si parla di possibile ampliamento, ma non viene specificato se solo in fascia bianca o anche, eventualmente, in gialla, arancione o rossa. Di certo, con la vaccinazione di massa e l’obbligo di Green Pass per entrare, pensare di ridurre ulteriormente anche in caso di cambio colore è veramente incomprensibile.

Quindi, in attesa di saperne di più, e con la speranza di rimanere in questa fascia di colore, si potrebbe ipotizzare quanti tifosi entrerebbero al Granillo in caso di 75-80% di occupazione sulla capienza totale del Granillo. Si parla di circa 18 mila presenze, quasi il totale. Numeri al momento lontani, ma non irraggiungibili. Da non dimenticare le insolite variabili legate all’assenza della campagna abbonamenti – che avrebbe garantito un forte zoccolo duro di partita in partita – e Covid, tra chi ha ancora timore ad entrare in luoghi affollati e chi non è vaccinato e non disposto a effettuare tamponi di continuo, nonostante le iniziative della società. I prezzi, infatti, sono stati ridotti, e rappresentavano un altro fattore non di poco conto. Nonostante ciò, però, il Granillo per due volte è stato lo stadio che ha fatto registrare le maggiori presenze del weekend di Serie B e – noi lo conosciamo bene – si sa cosa è in grado di regalare se il campionato dovesse prendere una piega interessante. La squadra finora è imbattuta ed entusiasma. Se dovesse recitare un campionato da protagonista, nelle zone medio-alte della graduatoria, non è da escludere che il 50% si superi e, chissà, non ci si avvicini anche a quel 18 mila.