fbpx

Messina, l’avvocato che critica il marchio ‘Covid Free Zone’: “eviterò i luoghi che lo esporranno, noto un vago richiamo alla purezza della razza”

green pass qr code Foto Ansa

“Non si comprende cosa dovrebbe garantire un simile marchio, posto che ormai é acclarato che i vaccinati contagiano allo stesso modo dei non vaccinati”, scrive sui social Giuseppe Sottile

Ha sollevato pesanti critiche l’iniziativa del marchio “Covid Free Zone” a Messina. Si tratta di una sorta “riconoscimento” che le aziende possono richiedere una volta che tutti i dipendenti sono vaccinati. Tra i commenti più duri c’è sicuramente quello dell’avvocato barcellonese Giuseppe Sottile, che sui social non le manda a dire: “a Messina la Camera di Commercio di concerto con il Commissario dell’ASP (quello che una ne pensa e 100 ne sbaglia) propone il “Covid Free Zone”. Il marchio sarà esposto in tutte le aziende che assicurano all’utenza la regolarità delle vaccinazioni Covid del personale operante in azienda. Ora, cari signori, a parte il vago richiamo alla purezza della razza, non si comprende cosa dovrebbe garantire un simile marchio, posto che ormai é acclarato che i vaccinati contagiano allo stesso modo dei non vaccinati! Personalmente eviterò accuratamente i luoghi dove espongono una simile vigliaccata!”.