fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Tonno in agrodolce

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione del tonno in agrodolce

Piatto dal gusto forte e deciso il tonno in agrodolce è una tipica ricetta calabrese in cui l’accostamento eccezionale del tonno alla cipolla rossa di Tropea IGP regala un sapore davvero unico. La pesca del tonno, come quella del pescespada e delle costardelle, è da sempre una pesca tradizionale calabrese caratterizzata dai canti tipici dei tonnaroti in attesa dell’arrivo del pesce. 

Difficoltà: facile

Preparazione: 20 minuti

Cottura: 30 minuti

Porzioni: 2 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

400 gr. di tonno (2 fette)

400 gr. di cipolle rosse di Tropea IGP

2 cucchiai di zucchero

1 tazzina di aceto bianco

2 foglie di alloro

Qualche rametto di timo

Farina q.b.

Olio extravergine di oliva e sale

Preparazione

Fate riscaldare l’olio in padella, versate le cipolle tagliate a spicchi e lasciatele rosolare per circa cinque minuti. Aggiungete lo zucchero, l’aceto, un pizzico di sale, le foglie di alloro ed il timo. Mescolate gli ingredienti e fateli cuocere a fiamma bassa per dieci minuti fino a che le cipolle non si saranno appassite. Sciacquate le fette di tonno, tamponatele ed infarinatele uniformemente. Scaldate un filo d’olio in padella e scottatele due minuti per ogni lato. Unitele alle cipolle caramellate e servitele subito.

Conservazione

Il tonno in agrodolce si conserva ben coperto in frigo per un giorno al massimo.

Curiosità e benefici del tonno rosso del Mediterraneo

La storia della Calabria è strettamente legata a quella della pesca del tonno e furono gli Arabi ad inventarne la tecnica ed anche la “tonnara”, l’insieme di reti realizzate appositamente per prendere i tonni. Questi pesci, che in primavera arrivano dai fondali più profondi del Mediterraneo, sono alla ricerca delle correnti calde e vengono catturati proprio durante l’inseguimento delle femmine. La cucina povera calabrese, legata soprattutto ai prodotti genuini di una terra e di un mare generosi, è artefice di moltissime ricette in cui protagonista è il pesce, alimento prezioso per il benessere dell’organismo. Gustoso e ricco di proprietà il tonno, a cui è dedicata la Giornata Mondiale il 2 maggio, è ricco di ferro, iodio, potassio, fosforo e vitamine del gruppo B ma è soprattutto un’ottima fonte di proteine nobili e di acidi grassi omega-3 che lo rendono parte integrante della dieta mediterranea. Il tonno in scatola, che occupa un ruolo importante nell’industria alimentare italiana, grazie alle tecniche di conservazione mantiene le caratteristiche nutrizionali di quello fresco ed è anche più economico, versatile e reperibile. Alimento di cui “non si butta via niente” questo pesce trova in cucina mille applicazioni tanto che anche i suoi scarti sono da sempre sapientemente conservati sott’olio. Se in passato la grande richiesta di tonno rosso del Mediterraneo ne aveva causato il rischio di estinzione l’”Unione Internazionale per la Conservazione della Natura” ha annunciato recentemente che grazie a pratiche di pesca sostenibile diverse specie di tonno non sono più in pericolo e fra queste il tonno rosso o a pinna blu, il tonno a pinna gialla ed il tonno bianco o alalunga. I grandi pesci predatori come il tonno non sono privi però di controindicazioni perché soggetti ad accumulo di metalli pesanti come il mercurio.

Consiglio della zia

Scegliete il tonno in scatola al naturale ed aggiungete olio extravergine di oliva.