fbpx

Gelate a Reggio Calabria, Marino (Pd): “bene la dichiarazione dello stato di calamità”

Reggio Calabria, soddisfazione del consigliere delegato Marino: “Risultato importantissimo, ora velocizzare le misure a sostegno delle imprese”

Il Ministero delle Politiche agricole, Alimentari e Forestali ha riconosciuto il carattere di eccezionalità degli eventi atmosferici calamitosi verificatisi in Calabria dal 7 al 9 aprile di quest’anno. Si tratta di un passaggio formale estremamente importante e particolarmente atteso dal comparto agricolo locale che in quei giorni ha subito ingenti danni alle produzioni e alle attività che insistono in modo specifico nei Comuni di Anoia, Candidoni, Cittanova Gioia Tauro, Laureana di Borrello, Maropati, Melicucco, Polistena, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando, Serrata e Taurianova. Tale risultato, è frutto anche della proficua interlocuzione avviata fin da subito dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e in particolare dal consigliere delegato all’Agricoltura, Giuseppe Marino che già nell’immediatezza degli eventi calamitosi, si era recato sui posti colpiti dalle forti gelate per svolgere i primi sopralluoghi e verificare l’entità dei danni.

“E’ stato un risultato reso possibile grazie alla positiva e fattiva collaborazione con le associazioni di categoria, – spiega lo stesso consigliere Marino – che ci ha consentito di attivare immediatamente le procedure necessarie all’ottenimento di tale riconoscimento ministeriale. La situazione, del resto, è apparsa sin da subito estremamente grave con intere filiere del comparto ortofrutticolo, ma anche di alcuni prodotti d’eccellenza come il miele, letteralmente devastate a causa delle avverse condizioni meteo. Adesso – evidenzia il rappresentante di Palazzo “Alvaro” – è necessario che tutte le procedure previste nel quadro del riconoscimento del carattere eccezionale di tali eventi atmosferici e soprattutto le risorse finanziarie a sostegno delle imprese, procedano con la massima celerità, consentendo agli imprenditori del settore di superare in tempi brevi la fase emergenziale e riprendere a pieno regime le loro attività. Come Città metropolitana – conclude il consigliere delegato Marino – continueremo a portare avanti l’azione di monitoraggio, confronto e dialogo costante con gli operatori agricoli reggini, proseguendo nel solco degli incontri territoriali che nel corso di questi mesi abbiamo svolto di concerto con i rappresentanti di categoria e dei lavoratori. Stiamo profondendo ogni sforzo possibile per sostenere la ripartenza di un segmento importantissimo per la tenuta dell’economia locale e il rilancio dei connessi livelli occupazionali”.

“È questa la strada giusta – commenta Pietro Sirianni, direttore di Coldiretti Reggio Calabria – per rimettere in piedi il nostro settore e ridare ossigeno alle imprese del territorio. In questa direzione vogliamo esprimere un ringraziamento alla Città metropolitana e al consigliere Marino per l’attenzione e l’impegno con cui sta seguendo questa delicata fase. È fondamentale, adesso, che il rilancio del comparto agricolo reggino sia costantemente al centro dell’agenda politica, locale e nazionale e che le procedure previste siano caratterizzate da semplificazione e rapidità”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Confagricoltura che attraverso il direttore Angelo Politi, sottolinea “il lavoro positivo dei nostri tecnici in sinergia con gli uffici di settore della Città metropolitana”.

Giuseppe Marino