fbpx

Schiavonea, donna morta in strada: l’ambulanza sarebbe arrivata in ritardo e senza medico, indaga la Procura

Donna morta in strada a Schiavonea a causa di un malore: l’ambulanza sarebbe arrivata sul posto in ritardo e sprovvista del medico secondo il racconto dei testimoni

Un improvviso malore mentre si trovava in strada, una donna di 56anni che si accascia e muore sull’asfalto. Episodio drammatico avvenuto a Schiavonea, per il quale si attende il responso dell’esame autoptico disposto dalla Porcura di Castrovillari che chiarirà le dinamiche dell’accaduto. I presenti hanno provato ad aiutare la donna, chiamando i sanitari del 118, ma l’arrivo dell’ambulanza sarebbe avvenuto, secondo i racconti, con colpevole ritardo. L’ambulanza è arrivata da Castrovillari, poichè il pronto soccorso di Corigliano (spedale Compagna) era chiuso e il mezzo del Giannettasio invece impegnato. Dopo la lunga attesa, l’ambulanza è arrivata sprovvista di un medico: oltre l’autista, sul mezzo di soccorso c’era soltanto un infermiere che non poteva sostituire, in termini di competenze, il medico.