fbpx

“De vez en cuando”: questa sera al teatro della Marinella di Palmi

ALGECIRAS FLAMENCO

Palmi: il Flamenco della compagnia Algeciras nel ricco cartellone degli Amici della Musica Nicola Manfroce

Cuadros flamencos, chitarra, cante, baile al centro dello spettacolo di flamenco “De vez en cuando”, ispirato alla canzone del Maestro Joan Manuel Serrat, con cui la compagnia Algeciras Flamenco chiuderà della sessione estiva del ricco cartellone degli Amici della Musica Nicola Manfroce di Palmi. Il fascino e la passionalità di questa danza, unitamente all’arrangiamento musicale e alle coreografie che la animano, incanteranno il pubblico del teatro della Marinella, località Motta di Palmi, stasera alle ore 21:45. Sergio Varcasia alla chitarra, Andrea Leonardi al sax, Paolo Monaldi alle percussioni accompagneranno la cantante Ana Rita Rosarillo e i ballerini Francisca Berton, Josè Manuel Ruiz e Caterina Lucia Costa in questo intenso viaggio tra note e movenze dal respiro universale.

“De vez en cuando” chiuderà il ciclo PalmiDanzaEstate al teatro della Marinella di Palmi, nell’ambito della rassegna Synergia 46, promossa dall’associazione Amici della Musica Nicola Antonio Manfroce di Palmi, presieduta da Antonio Gargano, giunta come suggerisce la denominazione alla 46^edizione e cofinanziata nell’ambito dall’avviso pubblico Promozione Eventi Culturali della Regione Calabria. «Ogni anno siamo impegnati a promuovere il nostro territorio, la sua identità e le sue peculiarità anche nel segno dell’Unesco che dal 2013 ha riconosciuto la Varia di Palmi, nell’ambito della Rete delle Grandi Macchina a Spalla Italiane, patrimonio immateriale dell’Umanità. Siamo per questo particolarmente orgogliosi di proporre al pubblico questo spettacolo dedicato ad un’altra nobile espressione di questo patrimonio universale che è il Flamenco», ha sottolineato il presidente del sodalizio Antonio Gargano.

“La musica è un veicolo culturale molto più antico della scrittura che nasce probabilmente insieme alla parola o forse anche prima. In ragione della sua particolare origine, il flamenco è un genere musicale emblematico, veicolo e memoria della cultura e della tradizione. Il termine flamenco deriva probabilmente dall’unione delle parole arabe ‘felag’ (contadino) e ‘mengu’ (errante, fuggitivo), ed entra nell’uso linguistico come sinonimo di Gitano nel secolo XVIII.  Esso è la musica del popolo nomade dei gitani che durante le loro migrazioni hanno attraversato tutto il Medio Oriente e il Mediterraneo, lasciando tracce ma anche arricchendo la propria cultura e conferendo alla loro musica un carattere di universalità comune a pochi altri generi. In questo spettacolo abbiamo messo le nostre conoscenze, la nostra storia, il nostro lavoro e, soprattutto quello che ci unisce alle persone di tutto il mondo e che rende il Flamenco ancora presente, ossia la passione per uno dei linguaggi e ‘balli’ più autenticamente universali”, si legge nella nota della Compagnia Algeciras Flamenco, che condurrà il pubblico della rassegna Synergia 46 verso la conclusione di un ciclo e l’inizio di un altro che, già dal primo appuntamento, dimostra di confermare il notevole spessore culturale  di quelli che lo hanno preceduto.

Il prossimo 16 settembre, alle ore 18:30, l’auditorium Casa della Cultura Leonida Repaci di Palmi ospiterà, infatti, i talentuosi e pluripremiati gemelli Francesco e Vincenzo De Stefano che eseguiranno la trascrizione della sinfonia n. 5 e 7 di Beethoven per pianoforte a quattro mani.