fbpx

“E’ allo studio un allargamento sulla capienza degli stadi”, la proposta che potrebbe dare un senso al Green Pass

reggina vibonese curva sud granillo tifosi Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Le parole del sottosegretario alla Salute Andrea Costa in merito alla capienza degli stadi: si sta pensando a un allargamento

Possibili novità, nelle prossime settimane, per quanto riguarda il numero di spettatori negli stadi d’Italia. Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, infatti, nel corso di “Restart 264”, su Cusano Italia TV, ha affermato che “è allo studio un allargamento sulla capienza degli impianti. “Uno degli effetti positivi dell’estensione del Green Passha detto – è stato proprio l’aumento della capienza di stadi, ma anche di cinema e teatri. Attualmente i dati sono buoni, sono fiducioso che si possa allargare ulteriormente la capienza nel giro delle prossime settimane”.

La certificazione verde, dunque, così potrebbe avere un senso, sempre a patto che l’allargamento sia consistente e non simbolico. Perché limitare la capienza in zona bianca al 50%, e ridurla quasi al nulla (2.500 spettatori) in fascia gialla – pur permettendo l’ingresso solo ai possessori di Green Pass – significa difatti far perdere valore allo stesso documento in possesso di guariti da Covid, vaccinati o tamponati. L’Italia infatti è l’unico paese, tra i big d’Europa, in cui vigono regole così stringenti in tema stadi: si entra solo col Green Pass e col 50% in zona bianca, mentre col cambio colore si assiste quasi ad una partita a porte chiuse. Non succede in ogni altro paese europeo: in alcuni la capienza è limitata ma non è richiesto alcun Green Pass, in altri è necessaria la certificazione verde ma la capienza non viene ridotta sensibilmente.

Calcio e Covid, iniziano Serie A e serie B: unici torneo al mondo con Green Pass e anche limitazioni. Perchè?