fbpx

Calabria, Scarcella (Coraggio Italia): “la scelta di candidarmi è stata dettata perché stanca di vivere in una società che non garantisce i diritti fondamentali di ogni cittadino”

SCARCELLA

Scarcella: “la scelta di candidarmi alle prossime elezioni regionali nella lista di ‘Coraggio Italia’, il partito fondato dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e dal Governatore della Liguria, Giovanni Toti, è stata dettata perché stanca di vivere in una società che non garantisce i diritti fondamentali di ogni cittadino costituzionalmente riconosciuti”

“La scelta di candidarmi alle prossime elezioni regionali nella lista di ‘Coraggio Italia’, il partito fondato dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e dal Governatore della Liguria, Giovanni Toti, è stata dettata perché stanca di vivere in una società che non garantisce i diritti fondamentali di ogni cittadino costituzionalmente riconosciuti”. Queste le parole di Cetty Scarcella, viceresponsabile nazionale dei Giovani di Cambiamo “E’ giunto il momento – afferma la Scarcella – che la Calabria abbia una classe dirigente nuova pronta battersi con coraggio per i propri diritti nelle piazze come nelle istituzioni, che viva quotidianamente questa terra, si rapporti con la sua gente e sia consapevole delle carenze con cui è costretta a lottare ogni giorno. Il diritto alla salute è ormai diventato un privilegio di pochi, inaccettabile. La drammatica situazione della sanità costituisce una delle più grandi sconfitte in un paese civile. Mai come in questo momento, questa regione, che giustamente diffida di profeti e salvatori, necessita di amministratori con la testa sulle spalle che con lungimiranza, azioni concrete e coscienza, governino un territorio per troppo tempo dimenticato”. “Puoi sentirti dire – evidenzia – che sei giovane e non sei all’altezza, che ti manca una posizione, che non hai ancora ottenuto per la giovane età, altresì, che è necessaria una preparazione che non hai perché bisogna maturarla e acquisirla nel tempo e che lo studio non basta. Gli scettici ed i tanti delusi della politica penseranno che il cambiamento sia solo una effimera illusione e che la situazione rimarrà tale, ritenendo che sia inutile lottare contro i mulini a vento. Sono fermamente convinta che non possiamo permetterci di essere spettatori passivi, osservando tutto con le braccia incrociate e vanificando e screditando ogni operato: dobbiamo credere nel cambiamento”. Non si arriva a una candidatura – conclude la Scarcella – perché una mattina ci si sveglia e si decide di essere paladini della giustizia. C’è sempre un lavoro dietro, ci sono idee, progetti, desideri e obiettivi. Chi siederà sugli scranni di Palazzo Campanella avrà una grande responsabilità, non deludere la fiducia e le aspettative dei cittadini che lo hanno eletto, ripagando ogni consenso, con impegno e serietà per la rinascita della Calabria. Possiamo e dobbiamo costruire un nuovo miracolo e vivere, dignitosamente, in una regione, che nessuno si aspetta, combattendo e non accettando la resa e la rassegnazione. “Giovane è bello se giovane è bravo”: è il nostro slogan. Il cambiamento deve partire proprio dai noi che rappresentiamo il futuro della società. Sono certa che ce la faremo e con Coraggio riusciremo a vincere questa difficile sfida”.