fbpx

Boxe, il ritorno di Evander Holyfield è umiliante: sconfitta per TKO contro Belfort in 1’49” [VIDEO]

Holyfield vs Belfort Foto di Cristobal Herrera-Ulashkevich / Ansa

Il ritorno sul ring di Evander Holyfield è un disastro: l’ex pugile sconfitto da Vitor Belfort per TKO in meno di 2 minuti di match

La boxe è stata sempre capace di attrarre il grande pubblico, ma se in passato erano i grandi interpreti della Nobile Arte ad attrarre gli appassionati grazie alle loro gesta, oggi si assiste ad un aumento crescente di match organizzati a tavolino per generare hype anche in quella fetta di spettatori che che di pugilato capiscono poco o nulla. Sul ring salgono vip, youtuber e qualche stella del passato, l’evento viene sponsorizzato alla grande, biglietti e pacchetti PPV vanno a ruba. Gli incassi fanno felici tutti, il match non fa felici i tifosi.

È accaduto nuovamente nella notte italiana nella sfida fra Evander Holyfield e Vitor Belfort. Il ritorno suggestivo del pugile che sconfisse Mike Tyson il 9 novembre 1996, al quale ‘Iron Mike’ morse l’orecchio qualche mese più tardi in un episodio indimenticabile, è stato tutt’altro che positivo. Nonostante si sia tenuto in forma, Holyfield ha pagato il peso dei suoi 58 anni e l’assenza dal ring dal 7 maggio 2011, quando sconfisse il danese Brian Nielsen portandosi a 44 vittorie, 10 sconfitte e 2 pareggi in carriera. Hollywood ha fatto da cornice a 1’49” di match alquanto dimenticabile, non tanto per il minutaggio, quanto per quello che si è visto nel quadrato.

Vitor Belfort, ex stella MMA e campione de pesi mediomassimi UFC, ha fatto valere il suo maggiore atletismo e i suoi 44 anni. Dopo aver incassato qualche colpo iniziale da Holyfield, Belfort ha infilato un bel gancio sinistro sfondando la guardia dell’ex pugile che è finito al tappeto. Rialzatosi, Holyfield ha incassato un duro montante finendo nuovamente giù. Nuovamente in piedi, l’americano è stato investito da una raffica di pugni contro i quali si è chiuso a riccio nel tentativo di subire meno danni possibili fino al suono della campanella. L’arbitro ha dunque deciso di fermare il match per TKO.