fbpx

Automobilismo, la scuderia Ro Racing protagonista nelle varie gare del weekend

tribuzio cipriani cassino pico

I colori della RO racing sul gradino più alto del podio al Rally di Cassano Pico, con Carmine Tribuzio e Fabiano Cipriani e al Rally dell’Isola d’Elba, nel Terzo Raggruppamento della gara valida per il Ciras, con Mauro Lombardo e Rosario Merendino. Buoni i risultati dei portacolori del sodalizio di Cianciana anche nelle altre gare del week-end

Un vero rullo compressore, questo sono stati i portacolori della scuderia RO Racing nelle gare che si sono disputate il fine settimana appena trascorso. Al rally internazionale dell’Isola d’Elba Mauro Lombardo e Rosario Merendino, già vincitori del Trofeo Rally di quarta zona, si sono imposti a bordo della loro Porsche 911 nel Terzo Raggruppamento della gara valida per il Campionato italiano rally auto storiche e sono giunti secondi nella stessa classifica del Campionato europeo. Sfortunate invece le prestazioni degli altri tre equipaggi in gara, Lombardo-Ratnayake, Bossalini-Gervini e Perricone-Mosti, tutti costretti al ritiro mentre occupavano posizioni importanti della classifica.

Al Rally Città di Cassino Rally di Pico, disputatosi nel Lazio e valido quale prova conclusiva della Coppa Rally di settima zona, i ragazzi del sodalizio di Cianciana hanno vinto tutto quello che c’era da vincere e la loro prestazione corale è stata importante anche per conseguire il successo nella classifica riservata alle scuderie. Carmine Tribuzio e Fabiano Cipriani, laureatisi già vincitori del campionato, hanno potuto dare sfoggio della loro maestria imponendosi in a bordo della consueta Skoda Fabia R5 Evo2 della Erreffe, i sei dei sette tratti cronometrati in programma. Prestazione maiuscola che ha consacrato i due sul gradino più alto del podio. Sempre in R5 e con una vettura gemella, sopra ogni attesa è stato il risultato colto da Tony Trotta e Giacomo Verrico che hanno condotto la vettura della Casa boema sul terzo gradino del podio. Grande gara per Emanuele Giannetti e Marco Lepore che hanno condotto la loro Mitsubishi Lancer evo X al successo in Gruppo N e in classe N4, un risultato che è valso anche la sesta posizione in classifica generale. Vittoria in K10 per la Peugeot 106 condotta da Luigi Giammasi e Venanzio Aiezza. In R2B con due Peugeot 208 hanno ben figurato Gianni Stracqualursi e Roberto Patriarca, finiti a ridosso del podio di classe e Antonio Curatti e Pierpaolo Colella che hanno concluso al quinto posto di classe. In R2C, con una Peugeot 208, secondo posto di classe per Giuliano Galeti e Lorenzo Raimondi. In N2 con una Citroen ritiro per Roberto Gelfusa e Fabiano Di Pastena, in N3 per i giovani Dennis Stracqualursi e Doriano Maininno e in A6 per Aldo Miele e Alessandro Abatecola.

In Sicilia, alla Coppa Nissena, valevole per il Civm e per il Civsa riservato alle storiche, Diego Bartolotta con una BMW 2002 è giunto al secondo posto del Terzo Raggruppamento. Tra le moderne, Mario Miraglia, a bordo di una Renault Clio Rs light, si è imposto nel Gruppo Prod S e in classe Prod S 2000, Fabrizio Ferrauto ha condotto la sua Peugeot 106 al primo posto di classe Prod S 1300 e Daniele Trovato, con la sua Peugeot 106 RS, non è riuscito far meglio del quarto posto di classe RS 1.6.

Buoni i risultati allo Slalom di Custonaci dove Maurizio Marino, su Peugeot 106, è giunto terzo nella classe N1600, Yuri Floriani, su Peugeot 106 è arrivato sesto in classe N1600, Sergio Marfia, su A 112 ha vinto la classe ADB 1, Gaspare Gennaro, su Fiat 500 bic, ha concluso al quarto posto di classe, Pino Imparato, con una Peugeot 106 ha concluso al quarto posto della classe E1 1600, Fabrizio Rinicella, ha portato la sua Peugeot 205 al terzo posto della classe S5, Danilo Puleo ha concluso al quarto posto della classe N1400, Calogero Bono, con la sua Fiat Giannini 700, ha vinto tra le storiche, Giuseppe Bosciglio con la sua Fiat 500 P1 è giunto quarto di classe e Tony Russo ha concluso il podio della classe bicilindrica.