fbpx

Al via i Giochi Paralimpici: gli auguri del Sindaco Falcomatà e dei delegati Versace e Palmenta alle tre atlete reggine

tre atlete calabresi alle paralimpiadi 2021

Anna Barbaro (Thriatlon), Raffaella Battaglia (Sitting Volley) ed Enza Petrilli (Tiro con l’arco) rappresenteranno Reggio Calabria a Tokyo, gli auguri del Sindaco Falcomatà e dei delegati Versace e Palmenta

“Continuano le emozioni olimpiche e continuano anche le splendide avventure sportive di tre nostre atlete da oggi impegnate ai Giochi Paralimpici di Tokyo. Tre talenti, ma soprattutto tre straordinarie campionesse nella vita che terranno alto il nome di Reggio Calabria e dell’intero territorio metropolitano, nel mondo”. E’ quanto affermano il Sindaco della Città metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, il consigliere metropolitano con delega allo Sport e impiantistica sportiva, Carmelo Versace e l’assessore comunale allo Sport, Giuggi Palmenta, nel rivolgere alle atlete paralimpiche reggine Anna Barbaro, Raffaella Battaglia ed Enza Petrilli, l’augurio e l’incoraggiamento per una entusiasmante manifestazione dei Giochi.

“Anna, Raffaella ed Enza – prosegue la nota – sono il volto della Calabria migliore, testimonianze autentiche e limpide di quanto nella vita sia fondamentale lottare per andare oltre i propri limiti. I successi sportivi che costellano i brillanti percorsi agonistici che le nostre campionesse hanno collezionato in questi anni, sempre ai massimi livelli, sono la naturale conseguenza di un approccio alla vita fatto di impegno, passione e di una sconfinata determinazione. Siamo e saremo sempre al loro fianco – proseguono il Sindaco e i consiglieri Versace e Palmenta – pronti ad entusiasmarci per ogni loro nuovo traguardo sportivo ma soprattutto per rinsaldare il fronte comune, che tutti deve farci trovare uniti, insieme al Comitato Italiano Paralimpico, per una società sempre più inclusiva, attenta ai bisogni dei più fragili e davvero capace di assumere il valore della diversità quale imprescindibile fattore di arricchimento e crescita sociale e culturale. In bocca al lupo ragazze!”.

Paralimpiadi di Tokyo, Siclari: “Villa San Giovanni presente grazie a Raffaella Battaglia”

“Orgoglioso della mia concittadina di Villa San Giovanni, Raffaella Battaglia, che da oggi rappresenterà l’Italia e la Città di Villa San Giovanni alle Paralimpiadi di Tokyo con la nazionale di sitting volley. Forza, sacrificio, determinazione e carattere, hanno permesso alla giovane atleta villese di 31 anni di realizzare questo grande sogno. Un pensiero per Raffaele Battaglia, padre di Raffaella e Presidente della Volley Cenide Villa, che ci ha lasciato pochi mesi fa, ma che sarà anche oggi al fianco della propria figlia per incoraggiarla e sostenerla insieme a tutti noi! Forza Raffaella, Forza Città di Villa San Giovanni, Forza Italia”. Ha così affermato il senatore azzurro Capogruppo in Commissione Salute.

Giusy Versace è pronta a tifare gli azzurri impegnati a Tokyo: Nel suo messaggio, un pensiero rivolto anche al popolo afghano

Si aprono i Giochi della XVI Paralimpiade di Tokyo 2020 e arriva il messaggio d’auguri di Giusy Versace, atleta paralimpica specialista dei 100, 200 e 400 nell’atletica leggera e detentrice di 11 titoli italiani, oggi Deputata della Repubblica Italiana, con incarichi nei dipartimenti di Pari Opportunità, Disabilità e Sport. “Finalmente, dopo un ulteriore anno di attesa che ci ha tenuto con il fiato sospeso, oggi si è aperto il sipario sulla XVI edizione dei giochi paralimpici estivi di Tokyo 2020. Dopo gli storici traguardi raggiunti dalla nostra delegazione olimpica nelle scorse settimane, siamo pronti a tifare per i nostri azzurri paralimpici giunti in Giappone con il corteo più numeroso di sempre: 115 atleti tra i quali prevale, per la prima volta, il numero delle donne presenti. Tra le novità di questi Giochi ci sarà il badminton e il taekwondo, e per la prima volta il team italiano del sitting volley femminile.
Da atleta ho gareggiato a numerosi meeting internazionali, segnato diversi record nazionali che portano ancora il mio nome, vinto un argento e un bronzo agli Europei, ma l’adrenalina e l’emozione che si prova ad una Paralimpiade non ha eguali. Ho avuto l’onore e la soddisfazione di partecipare ai Giochi di Rio nel 2016 e porto ancora nel cuore brividi ed emozioni uniche, comprendo quindi l’adrenalina che accompagna queste ore di debutto.
Per molti ragazzi lo sport paralimpico non è solo occasione di riscatto è anche prezioso strumento educativo e di inclusione sociale, tutti valori promossi anche dal Comitato Paralimpico Internazionale (ICP).
Siamo 1,3 miliardi di persone con disabilità in tutto il mondo (il 15% della popolazione mondiale), ma c’è ancora molto da fare per una reale inclusione ecco perché serve continuare a promuovere e garantire i diritti delle persone con disabilità già riconosciuti dalla Convenzione ONU del 2006 che allo sport ha dedicato un intero articolo.
Ai Giochi di Tokyo ci sarà spazio anche per lanciare un messaggio di vicinanza e solidarietà al popolo afghano e ai suoi atleti, costretti a rinunciare ai Giochi, con la bandiera afghana che, comunque, hanno sfilato alla Cerimonia d’apertura.
Da questa speciale edizione, dobbiamo cogliere l’occasione di celebrare lo sport e la vita. Dietro ogni atleta c’è una storia che merita di essere raccontata perché sia da stimolo per altri. Prepariamoci quindi a tifare i nostri azzurri che sono lì a rappresentare il nostro meraviglioso Paese.
Al presidente Pancalli, al Comitato Italiano Paralimpico, a tutti i miei amici e atleti della delegazione italiana, il nostro più grande ed emozionato ‘In bocca al lupo’”, conclude Versace.