fbpx

Sicilia, anche il Codacons attacca Musumeci e la sua ordinanza: “dopo Lucifero, lui arroventa le giornate ai siciliani generando il caos”

nello musumeci Foto di Davide Gennari / Ansa

L’ordinanza del presidente della regione siciliana non è andata giù neanche al Codacons: “è raffazzonata e incomprensibile”

“Sgomento e confusione. Non avevamo ancora metabolizzato le regole (ed i relativi problemi di interpretazione) sull’accesso ai pubblici esercizi con il green pass, che il solerte presidente della Regione siciliana Nello Musumeci partorisce un’ordinanza che, a farlo apposta, non potrebbe essere più confusionaria di così”. Lo afferma il Codacons. “Nella notte precedente la vigilia di Ferragosto, quando la maggior parte degli abitanti cominciava a fare la lista della spesa per l’indomani, l’indomito condottiero tirava fuori uno splendido esempio di come il modo di legiferare abbia reso il nostro paese, una volta culla del diritto, la barzelletta mondiale dei giuristi. Dopo una sfilza sfiancante di visto questo e visto quello, sei pagine fitte fitte, due sono in sostanza i provvedimenti partoriti dall’arguzia ferragostana dell’ineffabile presidente”.

“In primo luogo, – spiega il Presidente Regionale Giovanni Petrone– vengono incaricati i medici di base di compiti degni della Gestapo nel 1938 cioè, sulla base dei dati che dovrebbero essere forniti dalle ASP di competenza, rintracciare tutti i propri pazienti renitenti alla leva vaccinale, tentando (e vorremmo sapere come) di farli tornare sulla retta via. Già questo bastava per farci andare l’anguria di traverso, soprattutto ai poveri dottori che, avendo l’ordinanza vigore immediato e fino al 31 agosto, dovranno fare i salti mortali per rintracciare i propri pazienti in giro per le spiagge; ovviamente con mezzi propri. Ma non contento di ciò, per rendere l’ordinanza non solo caliente, ma anche bellissima, arriva la disposizione di vietare l’ingresso ai reietti agli uffici pubblici. Se vuoi il certificato, lo devi chiedere online. E fin qui, poteva essere comprensibile; resta da capire di cosa si parli quando ci si riferisce ai “privati preposti all’esercizio di attività amministrative”. Chi siano i soggetti in questione resta un mistero, come del resto normale in un giallo da spiaggia”.

“Quali attività amministrative? Compilare la denunzia dei redditi ed inviarla via internet all’Agenzia delle Entrate? Quindi ci vorrebbe il pass per andare dal commercialista. Pagare le tasse e riscuotere mandati dagli enti pubblici? Quindi in banca col pass. Ma anche alle poste. Sicuramente caf e patronati svolgono attività amministrativa (pensioni, invalidità, esenzioni ticket): anche qui col pass. Troppi dubbi, – continua Petrone– troppa indeterminatezza, troppa fretta di tirare fuori un provvedimento che francamente sa solo di protagonismo politico. Il Codacons, pienamente favorevole ai vaccini anti-Covid e alla campagna di vaccinazione avviata in Italia, vigilerà sull’attuazione delle norme, pronto come sempre ad evidenziare le discriminazioni e gli abusi, anche inviando in incognito propri ispettori per verificare se e come le norme verranno applicate”, conclude Petrone.