fbpx

Risse nel messinese: emessi 4 Daspo “Willy” nei confronti di quattro soggetti di cui due minorenni

Ancora Daspo “Willy”, il questore di Messina emette altri quattro provvedimenti nei confronti di quattro soggetti di cui due minorenni

Continua l’azione di contrasto adottata dalla Polizia di Stato a episodi di violenza urbana. Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio predisposti per l’estate dalla Questura di Messina, per garantire massima sicurezza a turisti e cittadini, il Questore ha emesso quattro provvedimenti, nei confronti di soggetti ritenuti pericolosi. Si tratta di quattro D.A.C.Ur. emessi nei confronti di quattro persone di San Filippo del Mela, della durata di 2 anni per un cinquantatreenne, 18 mesi per un ventiquattrenne ed un minorenne, 14 mesi per un altro minore. Nello specifico, i quattro destinatari del cosiddetto “Daspo Willy” sono gli autori di una rissa, consumata a San Filippo del Mela la sera del 24 giugno scorso, e solo per il cinquantatreenne anche per un episodio verificatisi il 23 luglio scorso. La ricostruzione della dinamica degli accaduti, effettuata dai Carabinieri della Compagnia di Milazzo intervenuti nell’immediatezza dei fatti, ha permesso di individuare le rispettive responsabilità. Successivamente, esaminato il profilo dei quattro pericolosi soggetti, è stata espletata dagli uomini della Divisione Anticrimine l’istruttoria per l’emissione dei citati provvedimenti. Pertanto i quattro protagonisti dei gravi disordini ed atti di violenza, non potranno accedere ad un locale pubblico sito a San Filippo del Mela in via Francesco Crispi e non potranno stazionare nelle immediate vicinanze dello stesso. I predetti D.A.C.Ur., strumento di prevenzione che il Questore può applicare al fine di scongiurare siffatti eventi di violenza urbana, scaturiscono dalla necessità di porre freno alle numerose aggressioni e risse, registratesi nel corso delle ultime settimane e rilevate nel corso di specifici e mirati servizi di controllo del territorio nei luoghi maggiormente frequentati dalla “movida” cittadina.

Messina questura