fbpx

Reggio Calabria, premio Antonino Scopelliti. Lo chef Filippo Cogliandro: “La ricchezza del nostro territorio è grande, unica”

premio scopelliti chef cogliandro tramontana

Premio Antonino Scopelliti, le parole dello chef reggino Filippo Cogliandro

“Ricevere il premio Antonino Scopelliti per la categoria Resto in Calabria, è davvero molto bello, mi rende felice e mi onora. La nostra è una terra ricchissima, chi cresce in Calabria si forma nel carattere, nelle competenze e nella professionalità. Ricevere, quindi, un riconoscimento di questo tipo e di questo valore, nella propria terra assume un significato ancora più profondo”.

Con queste parole lo chef reggino Filippo Cogliandro, riceve dalle mani del presidente della Camera di Commercio Ninni Tramontana la targa simbolo del premio Antonino Scopelliti 2021, nel trentennale del suo assassinio avvenuto il 9 agosto 1991 lungo il tratto del Piale (Campo Calabro).
La cerimonia si è svolta ieri sera, presso la scalinata del Waterfront, già scenario di altri eventi prestigiosi. Il Premio, istituito dalla Fondazione Antonino Scopelliti, di cui presidente è la figlia Rosanna, si batte da anni per mantenere viva la memoria di un uomo delle istituzioni, un uomo che ha fatto della lotta alla ‘ndrangheta una ragione di vita fino a perdere la stessa vita.

La ricchezza del nostro territorio è grande, unica” – conclude visibilmente commosso lo chef Filippo Cogliandro – “altre regioni che hanno molto meno di noi vanno fieri e si fanno apprezzare. Dovremmo dare più valore alla nostra ricchezza naturali. Non abbiamo bisogno di inventarci nulla, c’è già tutto. Non dobbiamo convincere gli altri della bontà dei nostri prodotti, sono eccellenti. Nascono “perfetti” e sono unici perchè solo la nostra terra e il nostro clima sono capaci di renderli tali. Diamo valore a ciò che abbiamo in Calabria, crediamo in lei e lei farà grande ognuno di noi.” 

Le motivazioni del Premio:

Premio Resto in Calabria a Filippo Cogliandro, chef Patron del Ristorante L’A Gourmet L’Accademia, fondata a Lazzaro nel 1995 e dal 2015 nel centro storico di Reggio Calabria, che ha saputo ribellarsi alla ‘ndrangheta e risollevarsi con sempre maggiore forza dopo ogni colpo subito, rappresentando per tutta la nostra comunità un esempio di riscatto attraverso la riscoperta dell’identità più profonda della nostra comunità.
La Fondazione Antonino Scopelliti conferisce questo premio per riconoscere al professionista le particolari doti imprenditoriali, all’artista la fantasia e l’amore per la propria terra e all’artigiano la passione e la cura per i dettagli con le quali realizza le sue creazioni. Menzione speciale per il lavoro al fianco dei più giovani, sempre accolti nel suo ristorante per offrire una possibilità di crescita professionale, responsabilizzazione e autonomia anche economica attraverso il lavoro