Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria, l’attacco ad Irene Zante e la polemica su Forza Italia Giovani: “nostro profilo tempestato di insulti”

La polemica a Reggio Calabria è esplosa dopo alcune frasi scritte con il profilo Facebook di Forza Italia Giovani nei confronti di Irene Zante, attivista del movimento Giovani sulla Strada

“Fatti due selfie di meno e poi forse puoi fare la professoressa che a giudicare dal profilo a sembra che fai la ballerina nei locali”. E’ esplosa la polemica a Reggio Calabria dopo alcune frasi scritte con il profilo Facebook di Forza Italia Giovani nei confronti di Irene Zante, attivista del movimento Giovani sulla Strada. Le frasi ritenute sessiste hanno generato un dibattito pubblico sul web ed è stata la stessa ragazza a rispondere per le rime: “purtroppo quando c’è poco contenuto si scade in polemiche sterili ed insulti personali che poco hanno a che vedere con il confronto politico e costruttivo che tanto viene decantato”. La giovane ritiene che “esternazioni del genere vengano fatte da profili di partiti politici con una nonchalance che mi spaventa. Dichiarazioni sessiste, classiste e discriminatorie non possono e non devono essere tollerate in qualsiasi forma e devono essere sempre condannate. Personalmente, ritengo la mia posizione sia chiara e lineare. Credo nel confronto costruttivo e nel dialogo, e l’ho sempre sostenuto, anche con chi possiede idee completamente opposte alle mie. Come me, miliardi di altre donne vengono puntualmente screditate per ideologie sessiste che vedono una donna non capace e non adatta a ricoprire certi ruoli ed esprimere opinioni”.

La polemica non si è placata, anzi, in serata il Coordinamento Giovani di Forza Italia ha denunciato attacchi ricevuti sul proprio account. Dagli screenshot forniti e pubblicati su Instagram si legge che più persone si rivolgono ai membri del gruppo con insulti abbastanza pesanti. “Questa è Forza Italia Giovani a Reggio Calabria, gli attacchi gratuiti, le cattiverie, l’odio lo lasciamo ad altri. Noi non denigreremo mai un altro gruppo di giovani che fa politica, soprattutto se nostri coetanei e il fatto che lo facciano altri ci dispiace. Il nostro compito, la nostra mission, è fare politica attiva e propositiva. Questo abbiamo fatto fino ad oggi e continueremo a fare domani”, si legge in un post pubblicato su Facebook.