fbpx

Calabria, la Filt Cgil risponde a Sacal: “presenteremo denuncia al Ministero, all’Inps e all’ispettorato del lavoro”

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Calabria, la Filt Cgil risponde a Sacal: “nei prossimi giorni presenteremo formale denuncia al Ministero del Lavoro, all ‘INPS e all’Ispettorato nazionale del lavoro, oltre a difendere il salario e l’occupazione degli stagionali e a verificare la possibilità di ulteriori forme di difesa del diritto e delle legge”

“In riferimento alla nota di sacal che lamenta incomprensibili e fuorvianti difetti formali nell’invio del quesito all’Ispettorato nazionale del Lavoro facciamo rispondere l’associazione alla quale Sacal è associata che evidenzia, invece, il colloquio formale intervenuto tra la Filt-Cgil, Confindustria Catanzaro e il dr. Patania Direttore dell’Ispettorato Territoriale. Questa la mail: ‘in riferimento alla mail ricevuta e senza entrare nel merito della vicenda, volevo far presente che, in data 26 luglio, il Direttore regionale dell’ITL, Dr. Giuseppe Patania, sentito telefonicamente, mi chiedeva se poteva far avere il quesito da me redatto alla Filt-Cgil poiché in data 28 luglio presso l’ispettorato di RC, avrebbero avuto una conciliazione. Tutto ciò, in modo da inoltrare un unico complessivo quesito alla Direzione Generale, sintetizzando i due quesiti ricevuti da Confindustria e dalla Filt Cgil. Pertanto in riferimento alla richiesta, ho dato l’assenso al Direttore Patania di inoltrare il quesito alla Filt Cgil”. E’ quanto scrive in una nota la Segreteria Regionale della Filt-CGIL Calabria. “Sacal, dunque, conferma la natura strumentale della mancata assunzione dei lavoratori stagionali e la scelta, contra legem, di esternalizzare il lavoro. Nei prossimi giorni presenteremo formale denuncia al Ministero del Lavoro, all ‘INPS e all’Ispettorato nazionale del lavoro, oltre a difendere il salario e l’occupazione degli stagionali e a verificare la possibilità di ulteriori forme di difesa del diritto e delle leggi”, conclude la nota.