fbpx

Reggio Calabria: giornata conclusiva della XVI edizione de “I tesori del Mediterraneo”

/

Reggio Calabria: si conclude la XVI edizione de “I Tesori del Mediterraneo”

Cala il sipario sulla XVI edizione de “I Tesori del Mediterraneo”. A fare la voce grossa, anche quest’anno, è stata la storica Regata del Mediterraneo, cuore pulsante di tutta la manifestazione, che nella finale di ieri ha decretato l’equipaggio del Gruppo sportivo delle Fiamme Gialle trionfatori di quest’edizione, bissando così il successo del 2020.

Una vittoria giunta dopo una finale appassionante, disputatasi domenica pomeriggio sulle acque antistanti il lido comunale, che ha visto gli atleti blunero avere la meglio sulla Federazione italiana canottaggio a sedile fisso, giunti secondi, Cus Bari Uniba terzi e Comune di Civitavecchia al quarto posto. La finale B ha visto invece la Città metropolitana di Reggio Calabria classificarsi al quinto posto, Regione Campania sesti, Lega Navale Molfetta settimi e Comune di Taranto ottavi. Una gara, anche quest’anno, che è stata vissuta dal pubblico con grande pathos, grazie anche all’appassionante telecronaca di Carlo Arnese, voce ufficiale della Regata.

Che la Regata del Mediterraneo negli anni ha visto un crescendo, diventando una gara prestigiosa e apprezzata a livello nazionale lo dimostra la composizione della squadra delle Fiamme Gialle composta da atleti di caratura internazionale, alcuni di loro medaglie olimpiche, come Domenico Montrone (medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Rio 2016), Paolo Perino (plurimedagliato ai Campionati del mondo di canottaggio), Alfonso Maria Scalzone (Campione del Mondo nel 2018 e Campione Europeo nel 2019) Emanuele Fiume (vincitore della Head of the Charles di Boston 2019), Marco Frainetti e Sergio Canciani.

Grande spazio, in questa XVI edizione, alla cultura con il Premio letterario Apollo e gli “Incontri letterari” svoltisi nell’area del lungomare che ospita Opera di Tresoldi. Ogni sera scrittori ed editori si sono intrattenuti sollecitati dalle domande della giornalista Antonella Giordano. Un momento partecipato e molto apprezzato dal pubblico.

Anche i salotti televisivi, che hanno anticipato gli spettacoli serali, hanno registrato una buona cornice di pubblico. Quello di domenica sera ha visto sul palco i rappresentanti delle forze dell’ordine, la cui collaborazione e sinergia con i Tesori del Mediterraneo ormai è più che consolidata. Si è discusso di legalità, sicurezza ed emergenza Covid insieme al presidente dell’associazione “Nuovi Orizzonti” promotrice dei “Tesori”, Natalia Spanò, il sostituto procuratore antimafia, Sara Amerio, il vice questore aggiunto, Concetta Gangemi, il comandante del nucleo operativo radiomobile dei carabinieri, Urbano Marrese, il comandante del gruppo della Guardia di Finanza, Nunzio Difonzo, il vice comandante della Capitaneria di Porto, Rosario Marchese, e il responsabile del settore emergenza e soccorso tecnico del Comando dei Vigili del Fuoco, Emilio Collini.

Come ogni anno è stato “L’Olimpo degli dei” a fare da chiusura perfetta de “I Tesori del Mediterraneo”. Lo spettacolo, anche quest’anno condotto da Veronica Maya, vera e propria madrina della manifestazione. Sul palco spazio al ballo con i ragazzi di ASD Studio Danza di Danila e Andrea Crisafi e la sfilata di moda della boutique “Noname 358”. L’intrattenimento comico è stato affidato al duo Gigi&Ross, un momento sicuramente emozionante si è vissuto quando sul palco sono saliti tutti gli equipaggi per essere premiati e sui videowall sono passate le immagini della Regata. Sorrisi e abbracci da parte di tutti, perché la Regata è soprattutto questo, sportività e autentico fair play: al di là della classifica, che, come giusto che sia, vuole un podio, dalla Regata del Mediterraneo ogni anno tutti tornano a casa vincenti e pronti a sfidarsi ancora tra dodici mesi.