fbpx

Reggio Calabria, Ferragosto senza freni nella Locride: due locali sanzionati con 5 giorni di chiusura, diverse persone fermate in stato di ebbrezza

carabinieri controlli

I Carabinieri hanno intensificato i controlli nella giornata del 15 Agosto: in due locali riscontrate irregolarità per inosservanza della capienza massima consentita di utenti, mancato rispetto del distanziamento e l’omesso utilizzo di dispositivi di protezione individuale

Il Gruppo Carabinieri di Locri, nell’ambito di un piano straordinario di controllo del territorio predisposto dal Comando provinciale di Reggio Calabria e che ha visto coinvolti anche i reparti Carabinieri Forestale per garantire un Ferragosto sicuro ai cittadini e ai vacanzieri, per la prevenzione del fenomeno degli incendi, ha svolto controlli sulle principali arterie stradali e nei luoghi della movida.

La scorsa notte, militari della Stazione Carabinieri di Locri e del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno effettuato accessi ispettivi presso locali di intrattenimento e lidi del litorale cittadino. Presso due di essi sono state riscontrate irregolarità per inosservanza della capienza massima consentita di utenti, mancato rispetto del distanziamento e l’omesso utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Ai titolari degli esercizi, in ottemperanza alle misure urgenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da covid-19, è stata comminata la chiusura dell’attività per 5 giorni, necessari per ripristinare le condizioni di sicurezza, oltre al pagamento della relativa sanzione pecuniaria.

Contestualmente è stato svolto anche un servizio di controllo della circolazione stradale, finalizzato, tra l’altro, ad evitare che i conducenti di veicoli si mettessero alla guida dopo aver assunto sostanze alcoliche oltre i limiti consentiti o dopo aver fatto uso di stupefacenti. Attraverso tale attività sono state sanzionate diverse violazioni codice della strada, tra cui quelle contestate a 5 persone, per guida in stato di ebbrezza, che, pertanto, sono state deferite all’autorità giudiziaria.