fbpx

Reggio Calabria, gli svaligiano casa mentre è ad un matrimonio: arrestati i ladri dopo la fuga sulle montagne

carabinieri furto

All’arrivo dei carabinieri i due ladri si sono dati alla fuga a piedi nella fitta vegetazione dell’area aspromontana adiacente la casa, abbandonando sul posto un’auto risultata essere stata rubata un mese prima

Nel pomeriggio di sabato i Carabinieri della Stazione di Palizzi Marina hanno arrestato in flagranza di reato, per furto in appartamento, V.D. classe. 1982, e B.C., classe 87, entrambi di Reggio Calabria e con numerosi e vari precedenti tra cui anche furto e rapina. I militari dell’Arma, allertati da una segnalazione da parte dei vicini di casa della vittima, che al momento del furto si trovava ad un matrimonio, hanno raggiunto tempestivamente l’abitazione sita nella frazione Spropoli. All’arrivo dei carabinieri i due ladri si sono dati alla fuga a piedi nella fitta vegetazione dell’area aspromontana adiacente la casa, abbandonando sul posto un’auto risultata essere stata rubata un mese prima e un borsone colmo di pesanti attrezzi da scasso come piedi di porco, chiavi inglesi e una sega circolare.

La velocità dell’intervento, la conoscenza dell’area e l’acume di un militare che ha notato del bestiame muoversi in maniera anomala nella parte montana ha permesso di capire rapidamente l’area verso la quale i due ladri stessero scappando per intercettarli poco dopo nascosti nella fitta vegetazione con ancora la refurtiva addosso e stremati dal caldo e dalla fuga. Il furto infatti è stato commesso con assoluta spregiudicatezza in pieno giorno mentre gli abitanti della casa stavano festeggiando il matrimonio di un parente.  La refurtiva composta da alcuni monili e orologi è stata prima sequestrata, come anche l’auto e gli attrezzi, e poi restituita ai proprietari.

I due malfattori, condotti in caserma, sono stati dichiarati in stato di arresto ed espletate le formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza, in attesa della celebrazione del rito direttissimo celebratosi oggi presso il Tribunale di Locri che ha disposto la convalida dell’arresto e la misura carceraria visti anche i numerosi precedenti anche specifici. Fondamentale il contributo dei cittadini nel segnalare il furto e nel coadiuvare le ricerche. L’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria verso il fenomeno dei furti rimane alta, in particolar modo nel periodo estivo dove la popolazione di turisti aumenta significativamente. Servizi preventivi e repressivi mirati a combattere il fenomeno vengono infatti predisposti con costanza.