fbpx

Festività Mariane a Reggio Calabria, l’Asp chiede a Sindaco e Prefetto di fare un passo indietro: “si vietino giochi d’artificio ed eventi musicali di rilevanza nazionale”

fuochi d'artificio reggio calabria festa madonna 2019 Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

L’Asp di Reggio Calabria afferma che di questi temi “non si è mai discusso in presenza della rappresentante del Dipartimento di Prevenzione dell’ASP”. Inoltre, da quando la programmazione è stata stilata “la situazione Covid è di gran lunga peggiorata”

L’Asp di Reggio Calabria ha diramato un comunicato stampa per replicare ad alcune notizie di stampa in merito al verbale relativo alla delibera di Giunta comunale trattante le manifestazioni programmate in occasione delle festività Mariane. La direzione premette che “non si è mai discusso in presenza della rappresentante del Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di spettacoli pirotecnici da realizzarsi sul Lungomare né di eventi musicali di rilievo nazionale da realizzare in Piazza del popolo e, pertanto, il Dipartimento di Prevenzione dell’ASP non ha mai potuto esprimere alcun parere in merito”. “Nel prendere atto che – prosegue la nota – le riunioni per stabilire il calendario delle manifestazioni si sono tenute il 25 maggio ed il 6 luglio evidenzio che la situazione Covid, da allora, è di gran lunga peggiorata così come a conoscenza delle SS.LL”.

“Questa Direzione, unitamente alla Direzione del GOM, entrambe consapevoli del difficile momento nella provincia reggina riguardo al Covid (oltre 1300 contagiati, 44 ricoveri al GOM di cui 3 in terapia intensiva, diminuita propensione da parte della popolazione alla vaccinazione, diminuito rispetto delle norme generali di prevenzione) stanno compiendo ogni possibile attività organizzativa finalizzata a garantire le cure e la prevenzione del contagio nel contesto dato che non prevede posti letto e personale dedicato infiniti. Tutt’altro. Si rimarca che il solo GOM ha già abbondantemente superato, in area degenza, la soglia stabilita dalle norme nazionali (15%) per il cambio di colore della Regione. Alla luce delle sopraesposte considerazioni si chiede alle SS.LL. di rivalutare la decisione di fare svolgere spettacoli pirotecnici ed eventi musicali di rilievo nazionale a causa di tutto ciò che essi potrebbero comportare in termini di incremento dei contagi e, quindi, di sviluppo della malattia”, conclude il comunicato .