fbpx

Reggio Calabria: lunedì al Circolo del Tennis “Polimeni” la presentazione del libro “Parlamento sotterraneo, miserie e nobiltà, scene e figure di ieri e di oggi”

circolo polimeni

Reggio Calabria: lunedì al Circolo del Tennis “Polimeni” incontro con il giornalista Mario Nanni, ex capo della redazione politica dell’Agenzia Ansa, il quale presenterà il suo libro “Parlamento sotterraneo, miserie e nobiltà, scene e figure di ieri e di oggi”

Volete sapere tutto sui segreti della Camera dei Deputati e del Senato riferiti agli ultimi quaranta anni? Non perdetevi l’appuntamento di lunedì sera, 23 agosto, al Circolo Tennis Polimeni con il giornalista Mario Nanni, ex capo della redazione politica dell’Agenzia Ansa, il quale presenterà il suo libro “Parlamento sotterraneo, miserie e nobiltà, scene e figure di ieri e di oggi”, edito da Rubettino. L’evento, promosso dal Panathlon Club di Reggio, rientra nel prestigioso calendario dei caffè letterari del Rhegium Julii. La serata si aprirà con i saluti dei presidenti del “Polimeni”, del Rhegium e del Panathlon, Igino Postorino, Giuseppe Bova e Irene Pignata, e del consigliere nazionale del Distretto Italia Antonio Laganà. Relatore e moderatore il giornalista Rai Tonino Raffa, l’intervista con l’autore sarà curata da Santo Strati, direttore editoriale del quotidiano on line Calabria Live. “Parlamento sotterraneo” è l’itinerario di un viaggio nell’universo di Montecitorio e Palazzo Madama, durato quasi mezzo secolo. Un arco di tempo nel quale Mario Nanni ha incontrato una infinità di personaggi ed ha seguito, da testimone scrupoloso, momenti diventati storia italiana : La vicenda controversa di Bettino Craxi, l’epopea di Giulio Andreotti e della DC, le figure di Giovanni Spadolini e Romano Prodi, “Tangentopoli”, il crollo dei partiti tradizionali e la fine dell’equilibrio politico su cui è stata costruita la Prima Repubblica, nata dalla guerra di liberazione dopo il buio del fascismo. L’autore racconta, usi e costumi, comportamenti e linguaggi dei parlamentari
e dei giornalisti, illustrando anche l’evoluzione tecnologica che ha trasformato il mondo dell’informazione. Lo fa partendo dai tempi in cui dominavano i fax, le telescriventi, i teledrin e non erano ancora comparsi il computer, internet, lo smartphone e i social, strumenti che hanno cambiato il modo di lavorare della stampa parlamentare. Un libro nel quale, infine, non mancano spunti e suggerimenti di tecnica e di deontologia giornalistica, aspetti non trascurabili in un contesto come quello di oggi, nel quale il proliferare disordinato dei mezzi di comunicazione, rischia di provocare deviazioni dalla strada maestra della verità.