fbpx

Liquami in mare ad Acqualadroni, Amam: “non dipendono da guasti del depuratore comunale”

acqualadroni liquami in mare

L’impianto che sorge a ridosso del Villaggio costiero a Nord della città di Messina “funziona in modo conforme e viene manutenuto dai tecnici di AMAM”

Monitorato costantemente, con esami ciclici in autocontrollo, l’impianto che sorge a ridosso del Villaggio costiero a Nord della città di Messina funziona in modo conforme e viene manutenuto dai tecnici di AMAM in continua efficienza, sicché anche il rilascio dell’acqua depurata avviene sempre secondo quanto disciplinato dalla normativa vigente in materia ambientale. In particolare, “nell’ambito delle routinarie verifiche effettuate presso tutti i depuratori gestiti dell’Azienda, proprio nel Depuratore di Acqualadroni sono stati effettuati i campionamenti del refluo in ingresso ed in uscita giorno 29.07.2021, al fine di verificare il rispetto dei parametri previsti dall’allegato 5 parte terza tab 1 e tab 2 del d.lgs 152/06 e ss.mm.ii. I risultati sono stati acquisiti informalmente in data 03.08.2021, dal laboratorio accreditato ACCREDIA, e riportano valori al di sotto dei valori soglia di cui al d.lgs 152/06 richiamato”.

Come si apprende da un comunicato,  il dg Santi TROVATO specifica che “proprio in data 09.08.2021 sono state effettuate, ai sensi della LR 27/86 tab 7 (analisi delle acque costiere), le analisi delle acque prospicienti il Depuratore mediante acquisizione di n. 3 campioni (batteriologici e chimico-fisici): un campione sulla direttrice della condotta sottomarina, un campione lato messina ed un campione lato milazzo. I risultati dei campionamento delle acque marine prelevate – assicura il dg di AMAM – saranno acquisiti entro la fine della settimana”.

Anche questa mattina, giunti sul posto, gli operatori di zona di AMAM hanno verificato le perfette condizioni delle acque marine, filmate lungo l’intero tratto di costa antistante il Depuratore di Acqualadroni, impianto che è in fase di dismissione, in vista della realizzazione del Depuratore di Tono, a cura del Commissario straordinario unico per la depurazione, della Regione Sicilia. “Sebbene vengano più volte segnalati sversamenti di liquami e i nostri tecnici intervengano sempre e tempestivamente per verificare – afferma il Presidente Loredana Bonasera – non si tratta di materiale che viene rilasciato dal nostro depuratore in avaria ma forse di scorie presenti in acqua o che provengono da altri impianti che, in alcuni periodi dell’anno, come in estate, il gioco delle correnti raccoglie e conduce verso la riva dell’abitato residenziale”.