fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Calamari gratinati con cipolle e patate

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione dei calamari gratinati con cipolle e patate

I calamari al forno con cipolle e patate sono un piatto leggero e sfizioso in cui la croccantezza dei calamari si lega al gusto delle patate silane ed alla dolcezza della cipolla rossa di Tropea IGP. Una ricetta dai sapori tipici del territorio che unisce alle proprietà benefiche del pesce quelle altrettanto preziose ed ormai note delle cipolle rosse calabresi. 

Difficoltà: facile

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 35 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

500 gr. di calamari puliti

3 patate della Sila IGP

1 cipolla rossa di Tropea IGP

Pangrattato

1 spicchio d’aglio

Origano

Olio extravergine di oliva e sale

Preparazione

Sciacquate i calamari già puliti e tagliateli ad anelli, metteteli in una teglia e versate un filo d’olio. Aggiungete il pangrattato ed amalgamate bene in modo che aderisca ai calamari. Cuocete in acqua bollente salata le patate a cubetti per 5 minuti e fatele raffreddare. Affettate la cipolla e poi coprite i calamari con i cubetti di patate e le cipolle, aggiungete l’aglio ed un pizzico di sale e ricoprite tutto con pangrattato, una spolverata di origano ed un filo d’olio. Infornate a 180 gradi per 30 minuti e servite.

Conservazione

I calamari al forno con cipolle e patate si conservano in frigo per 1 giorno.

Curiosità e benefici di questo piatto

Poveri di grassi saturi e ricchi di acidi grassi omega-3 preziosi nella prevenzione delle malattie cardiovascolari i calamari hanno poche calorie ed un alto contenuto di proteine, vitamine e sali minerali. Versatili in cucina questi molluschi che vivono nel Mediterraneo e nell’Atlantico orientale sono squisiti fritti o per preparare insalate, grigliate e sughi. Le patate della Sila IGP e le cipolle rosse di Tropea IGP regalano un gusto eccezionale ed arricchiscono il piatto sotto il profilo nutrizionale.

Consiglio della zia

Le seppie ed i totani sostituiscono perfettamente i calamari.