fbpx

Italexit con Paragone: “Africo l’ennesimo comune in zona rossa, ora basta si dica la verità”

La nota del Coordinamento regionale Italexit con Paragone

“Sono state registrate nel comune di Africo, 19 persone contagiate, questo ha spinto il Presidente f.f Nino Spirli a disporre la zona rossa per l’intera cittadina”. Lo afferma in una nota il Coordinamento regionale Italexit con Paragone.

“Andando a scovare le notizie,  è emerso che queste 19 persone, hanno già ricevuto la seconda dose del vaccino, pertanto sono tutte munite di green pass. Questo non fa altro che confermare che il green pass non è assolutamente una garanzia a tutela della salute dei cittadini. A questo punto è doveroso da parte del Presidente f.f Spirli’,dare delle spiegazioni riguardo l’accaduto. O forse fa più comodo mentire, sapendo di mentire? È ormai palese che le persone munite di green pass, potrebbero paradossalmente diventare un pericolo per la collettività. Persone a cui i rappresentanti istituzionali dovrebbero dire la verità, senza giocare sulla buona fede delle persone. Quindi, perché mettere ai domiciliari un’intera città, la smetta Sprili con questo terrorismo psicologico, troppo facile limitare le libertà individuali, senza dare nessuna risposta alle tante domande. La parola contagiato, che senza nessuna ospedalizzazione non significa nulla, se dovesse continuare come strumento utile per “giustificare” chiusure e limitazioni, ci porterà alla miseria”.