fbpx

Incendi, situazione drammatica in Calabria: mobilitata la Protezione civile nazionale

Incedio aspromonte 7 agosto

Incendi, situazione drammatica in Calabria: dichiarato lo stato di mobilitazione nazionale del Sistema di Protezione Civile

La situazione incendi è drammatica in Calabria tanto che il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato poco fa il Dpcm con la dichiarazione dello stato di mobilitazione nazionale del Sistema di Protezione Civile. “Continua l’impegno della flotta aerea dello Stato e delle squadre di terra nella lotta agli incendi boschivi. Ad oggi sono oltre 900 le richieste di concorso aereo giunte al Centro operativo aereo unificato (Coau) del dipartimento. Interessate soprattutto le regioni del Centro-Sud. In queste ore l’attenzione massima è sulla Calabria, la cui situazione complessa ha portato la Regione ad avanzare una richiesta di supporto. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi ha firmato poco fa il Dpcm con la dichiarazione dello stato di mobilitazione nazionale del sistema di Protezione civile“, scrive in una nota la Protezione Civile. “Il dipartimento – prosegue la nota – è dunque al lavoro per coordinare l’invio di volontari, delle organizzazioni nazionali e delle colonne mobili regionali, che opereranno a supporto delle attività di spegnimento dei roghi. Solo oggi dalla Calabria sono state 8 le richieste di concorso aereo avanzate al Centro operativo aereo unificato (Coau) del Dipartimento, a cui si sommano le 6 della Sicilia, 4 del Lazio, 2 della Sardegna, 2 della Basilicata, 2 della Campania, 2 del Molise, una dell’Umbria e una dell’Abruzzo. Secondo i dati disponibili alle 17 sono, quindi, 28 le richieste giunte, di cui 12 roghi risultano messi sotto controllo o spenti. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza”, conclude la nota.