fbpx

Turisti senza Green Pass, la Sicilia trova la soluzione: tamponi gratuiti all’ingresso di musei e parchi archeologici

tamponi al museo in sicilia

Il servizio ha debuttato oggi e proseguirà nelle prossime settimane, è offerto dalle Asp territoriali, dai Commissari per l’emergenza Covid e dai gestori delle strutture

Possibilità di effettuare un tampone antigenico gratuito con contestuale rilascio di Green Pass valido 48 ore per i turisti sprovvisti di Certificazione Verde che vogliono vistare i parchi archeologici e i musei della Sicilia. È stato accolto con soddisfazione dagli utenti il servizio, che ha debuttato oggi e proseguirà nelle prossime settimane, offerto dalle Asp territoriali, dai Commissari per l’emergenza Covid e dagli enti gestori di parchi e musei. La maggior parte di persone che ha prenotato la visita alla Valle dei Templi di Agrigento, al Teatro greco di Taormina, al Duomo di Monreale e in tutte le altre bellezze culturali dell’Isola, si è presentata agli ingressi munita di green pass valido.

Per coloro che avrebbero rischiato di restare fuori, perché non ancora vaccinati né in possesso dell’esito di un tampone, “il governo Musumeci ha pensato a un modo per facilitare la fruizione dei luoghi della cultura siciliana, nel rispetto delle nuove normative anti-Covid – sottolineano gli assessori regionali ai Beni culturali e alla Salute, Alberto Samonà e Ruggero Razza – . Nei punti allestiti nei pressi degli ingressi dei siti culturali, personale attento e disponibile ha permesso a tutti coloro che ne avessero la necessità di sottoporsi gratuitamente al tampone, senza code o disagi, e ricevere in pochi minuti esito e carta verde temporanea. Centinaia i test rapidi effettuati durante la giornata di oggi e si continuerà per tutto il mese di agosto. E da domani il servizio viene potenziato ed esteso anche ai Parchi archeologici di Selinunte e Segesta”. “È un’iniziativa che abbiamo voluto mettere in campo insieme – affermano – per facilitare l’ingresso a tutti i visitatori che scelgono di scoprire i nostri luoghi della cultura. Un modo per consentire le visite a tutti nel rispetto delle disposizioni anti-Covid”.