fbpx

Emergenza incendi in Calabria, Siclari (FI): “stato di emergenza e pene più severe per i piromani-assassini”

incendio aspromonte

Emergenza incendi in Calabria, la nota del senatore Marco Siclari

“Chiediamo l’immediata dichiarazione dello stato di emergenza in considerazione dei numerosissimi e pericolosissimi incendi che stanno devastando la Calabria. Mi associo all’appello di Roberto Occhiuto. Oggi la Calabria perde un altro cittadino, Mario Zavaglia, 77 anni di Grotteria, morto nel tentativo di salvare gli animali che accudiva. Un’altra vittima di questa stagione infernale degli incendi!”. Lo afferma in una nota il senatore Marco Siclari.

“L’Aspromonte, la sua storia, la sua natura, ed anche il Santuario di Polsi sono a grave rischio ed i Comuni di San Luca, Grotteria, Mammola, San Giovanni di Gerace, Martone, Cardeto, Caulonia e Gioiosa Jonica continuano a registrare incendi attivi. Li chiamano piromani, ma sono spietati veri e propri assassini che meriterebbero l’ergastolo. Non capisco come possano fuggire da tutto e da tutti! Oltre allo stato di emergenza, da oggi vi è la disponibilità di uomini e mezzi dell’Esercito che ringraziamo per il loro incessante impegno a favore del Paese soprattutto nei momenti più critici. Un grazie a chi sta lavorando incessantemente per spegnere le fiamme, respirando fumo e mettendo a rischio la propria vita. Subito dopo che sarà superata l’emergenza, dovremo chiedere risposte a chi avrebbe dovuto e potuto fare qualcosa per prevenire tutto questo inferno. Ha così concluso il senatore azzurro capogruppo in commissione salute”.