fbpx

Emergenza incendi in Aspromonte, arrivano paracadutisti e radioamatori: i volontari eroi che si impegnano per salvare la montagna reggina. Le prime immagini dalle zone colpite [VIDEO]

Emergenza incendi in Aspromonte: radioamatori e paracadutisti a lavoro per salvare la montagna colpita dai roghi

Non si placa l’emergenza incendi in Aspromonte: la montagna reggina brucia senza sosta da ormai più di una settimana. Tantissimi uomini e mezzi sono a lavoro h24 per tentare di domare le fiamme che stanno distruggendo la montagna e mettono anche a repentaglio le famose Faggete Vetuste riconosciute poco tempo fa patrimonio UNESCO. Grazie all’intervento dell’avvocato del foro di Reggio Calabria, Alfonso Mazzuca, associato ARI (Associazione Radioamatori Italiani) ed ANPdI (Associazione Paracadutisti d’Italia), anche paracadutisti e radioamatori hanno raggiunto stamani le zone colpite per dare il proprio supporto. I volontari paracadutisti sono intervenuti dichiarando disponibilità per fronteggiare le fiamme e attendono indicazioni dall’autorità di coordinamento dei soccorsi sul da farsi, mentre i radioamatori danno supporto a coordinare le squadre impossibilitate e comunicare tra loro tra un costone e l’altro delle montagne. Si segnala in modo particolare l’arrivo di Annunziato Mileto, istruttore di paracadutismo di Reggio Calabria, tra i primi ad accorrere sulla montagna che brucia, così come il noto radioamatore Giovanni Maria Parisi, i8gmp, che è accorso subito, ha messo sotto carica i ricetrasmettitori e sta approntando ponti radio per consentire a partire dal pomeriggio le comunicazioni tra i soccorritori. La prima squadra si trova ad Acatti, in agro del Comune di San Luca. I volontari stanno dando una mano organizzandosi per salvare la montagna. “Una volta avevamo la protezione civile con Bertolaso che era invidiata da tutto il mondo e nel 2016 hanno distrutto il corpo delle guardie forestali accorpandole ai Carabinieri. Questi sono i risultati delle politiche sbagliate non vedo altre vie d’uscita, ci dobbiamo arrangiare“, commenta sconfortato uno dei soccorritori. In Aspromonte sono operativi da giorni canadair ed elicotteri, ma non basta a fronteggiare un’emergenza di proporzioni apocalittiche che si sta verificando proprio nel territorio del Parco, straordinario scrigno di biodiversità, che il compianto direttore Sergio Tralongo era riuscito a tutelare egregiamente negli scorsi anni coinvolgendo pastori e allevatori, trasformandoli in sentinelle dei fuochi con un’iniziativa che per cinque lunghe estati aveva garantito la totale assenza di roghi nel territorio aspromontano. Adesso, purtroppo, non è più così e sulla montagna reggina s’è scatenato l’inferno.

Emergenza incendi in Aspromonte, le immagini dal posto [VIDEO]

Emergenza incendi in Aspromonte, radioamatori e paracadutisti arrivano in soccorso per salvare la montagna [VIDEO]

Emergenza incendi in Aspromonte: le drammatiche immagini delle fiamme che stanno divorando i boschi [VIDEO]