fbpx

Continent-Island International Race 2021: gli aquiloni tornano ad attraversare lo Stretto nella XIV Edizione

Continent-Island International Race 2021

Gli aquiloni tornano ad attraversare lo Stretto nella XIV Edizione della traversata: è la Continent-Island International Race 2021

È il sibilare del vento da Nord a dare il via ad una delle gare più spettacolari ed assolutamente ecologica a cui si possa assistere nello Stretto: la Continent-Island Race (CIR) che oltre che essere una traversata ed una gara internazionale è anche una vera gara di tecnica e velocità, una sfida ormai storica in uno degli scenari più suggestivi e impegnativi di tutto il Mediterraneo; per la maggior parte dei partecipanti che da ogni parte del mondo giungono nello Stretto, si tratta di una prova di resistenza estrema ma è anche e forse soprattutto una gara contro sé stessi
in queste acque che non hanno mai smesso di incontrare il vento e miscelarlo alla corrente delle sue acque.

Come l’edizione 2020 anche quella di quest’anno spazia tra le due location che includono il lungomare di Reggio Calabria come punto di partenza ed arrivo “storico” ma anche Punta Pellaro, con attività promozionali e dimostrative. Tutto questo è la Continent-Island International GPS Race 2021, gara internazionale che coinvolgerà gli appassionati di kitesurf e windsurf che si cimenteranno in una long distance non competitiva dal 25 al 29 agosto con la classica partenza e ritorno a Reggio Calabria.

Kiters, windsurf e velisti: tutti in corsa contro il tempo

L’evento organizzato dal NewKiteZone di Punta Pellaro, scuola di kitesurf, nonché Centro certificato a livello internazionale dalla IKO, è una esperienza unica nel suo genere che vede ogni anno sfidarsi insieme kiters ma anche windsurfers, pronti a domare il vento e chiudere il percorso di circa 12 miglia nel minore tempo possibile. Una sfida semplice e sempre più agguerrita che, anche in questa 14° edizione, vede
schierati al via atleti e semplici appassionati provenienti da tutto il mondo: uomini, donne e ragazzi attirati da questa gara di velocità e resistenza che impegna i partecipanti non solo sul piano fisico, ma anche su quello strategico e tattico.

Lo Stretto come il deserto: la Traversata è la “Parigi-Dakar” del mare

Le difficoltà che lo Stretto di Messina impone ai naviganti sono note fin dall’antichità, e tramandate nei miti di Scilla e Cariddi non solo da Omero. Ma ancora oggi questo tratto di mare è uno di quelli che incute timore ed esige rigoroso rispetto da parte dei partecipanti: i venti vigorosi, le forti correnti ed il traffico marittimo, sono alcuni degli elementi con cui deve confrontarsi chi prende parte alla Continent-Island Race 2021, più semplicemente nota come “La Traversata”.

Sono proprio queste incognite che rendono così affascinante e avventurosa questo evento riuscendo a far rivivere gli elementi epici originali in questa nuova sfida che ogni anno è sempre diversa. Il campo di battaglia prevede una partenza unica e spettacolare per tutti i concorrenti di fronte al lungomare di Reggio Calabria, dopodiché la flotta s’inoltra nelle acque dello Stretto fino a raggiungere con un unico bordo e senza soste la costa siciliana dove nei pressi della località Tremestieri è posizionata la boa da doppiare prima di fare rientro a tutta velocità a Reggio Calabria.

Ogni concorrente è seguito dall’organizzazione e dal pubblico sul lungomare attraverso un sistema di tracciamento gps via smartphone che indica posizione, velocità e piazzamento. La gara è aperta a kiter con tavole twintip, race, surfini e hydrofoil, windsurfisti e quest’anno al wingfoil che proverà a fissare il record di classe. Obiettivo per tutti: tagliare per primi il traguardo e cercare di battere l’attuale tempo record della propria Classe; quello assoluto è di appena 34 minuti e 16 secondi.

Tutti alla “Ride”, veleggiata in flottiglia aperta agli appassionati

Ma la Traversata non è solo un evento riservato ai professionisti della velocità. Accanto alla Race viene organizzata infatti anche la cosiddetta Ride, una passeggiata che si snoda lungo lo stesso percorso attraverso lo Stretto ma aperta a tutti. Gli appassionati vengono scortati con i mezzi di assistenza e possono gustarsi con tutta calma lo scenario mozzafiato di questo tratto di mare realizzando figure e geometrie visibili anche da lontano.

La XIV edizione della Continent-Island International Race 2021 è organizzata da NewKiteZone di Punta Pellaro col supporto dei circoli di punta Pellaro della VI Zona FIV, del Comitato Regionale CONI, dell’ASC ed il supporto operativo delle Capitanerie di Porto di RC e ME, della Polizia Nautica e della IKO (international Kiteboarding Organization), col patrocinio del Comune di Reggio Calabria, della Città Metropolitana di Reggio Calabria e della Regione Calabria. L’appuntamento è dunque fissata in questo prossimo weekend di buon vento sul
lungomare di Reggio Calabria in uno dei giorni tra venerdì 27 e domenica 28 agosto dalle 13 circa. La partenza della gara seguirà le migliori condizioni meteomarine con un occhio alle forti correnti di marea e sarà annunciata il giorno prima presso i
gazebo della segreteria dell’evento. Sono infine previste dimostrazioni di Wingfoil e kitesurf per tutti