fbpx

Reggio Calabria, svolta nel settore dei rifiuti: dalla raccolta stradale alle mini isole ecologiche, ecco le nuove modalità

cassonetti stradali raccolta rifiuti reggio calabria

Il nuovo bando per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti che è stato aggiudicato alla azienda piemontese Teknoservice: la nota del Sindaco Falcomatà

“Tra le cose che non sono andate bene durante il primo mandato c’è, sicuramente, la scelta di estendere il porta a porta a tutta la città. Durante la campagna elettorale avevamo detto che si sarebbe cambiato metodo e, come avete visto, qualche giorno fa si è concluso il nuovo bando per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti che è stato aggiudicato alla azienda piemontese Teknoservice”. Lo ha affermato in un post pubblicato sui social il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. L’annuncio era stato dato qualche mese fa dall’Assessore Paolo Brunetti, i cittadini aspettavano quindi modifiche alla modalità di raccolta rifiuti per mettere la parola fine ad un’emergenza che ormai va avanti da troppo tempo. Il bando prevede alcune novità volte a correggere gli errori del passato e migliorare il servizio. Il nuovo metodo di raccolta sarà attivo, gradualmente, entro la fine dell’anno. Grande attenzione sarà data, secondo quanto affermato dal primo cittadino, ai quartieri in cui si sono verificati i maggiori disagi (Arghillà, Ciccarello e Rione Marconi). Tra queste le novità sono le seguenti:

  • la reintroduzione della raccolta stradale nei quartieri in cui il porta a porta ha presentato maggiori problemi;
  • l’introduzione dei cassonetti/cestelli condominiali;
  • l’istituzione di mini isole ecologiche nei quartieri con conferimento di frazioni differenziate e premialità, compreso il compostaggio di prossimità;
  • in alcuni quartieri come Arghillà, Marconi e Ciccarello, poi, nella fase di start-up saranno effettuate raccolte nei cassoni grandi, differenziando nei giorni stabiliti con presidio fisso;
  • l’istituzione della seconda isola ecologica, prevedendo anche in questo caso premialità al momento del conferimento;
  • la messa in esercizio del centro di riciclo e riuso a Reggio Campi.

Raccolta rifiuti, il sindaco Falcomatà: “Con il nuovo gestore si cambia sistema”

Il primo cittadino ha dunque illustrato le principali novità che verranno introdotte nelle prossime settimane come la raccolta stradale nei quartieri e l’introduzione dei cassonetti condominiali. Importanti novità interesseranno, a partire dalle prossime settimane, il sistema di raccolta dei rifiuti in città. Ad annunciarlo è lo stesso Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, illustrando i cambiamenti che interverranno sul territorio comunale dopo l’aggiudicazione provvisoria avvenuta nei giorni scorsi del bando all’impresa Teknoservice srl che, gradualmente, dalla fine di settembre e poi entro la fine dell’anno subentrerà all’attuale gestore, la società Avr. “Insieme alla nuova società – evidenzia il primo cittadino – cambierà anche il metodo e il sistema di raccolta dei rifiuti. Tra le cose che non sono andate bene nel primo mandato, c’è stata sicuramente anche la decisione di estendere il sistema di raccolta differenziata “porta a porta” a tutti i quartieri della città. Con il tempo abbiamo registrato che tale sistema, purtroppo, in alcuni quartieri non funziona come dovrebbe. Da qui dunque – spiega ancora il Sindaco Falcomatà – la nuova organizzazione del servizio che prevede un metodo di raccolta misto con il mantenimento del porta a porta laddove, anche logisticamente, tale sistema funziona meglio, mentre parallelamente saranno reintrodotti i cassonetti ingegnerizzati di ultima generazione nelle zone dove il porta a porta non ha funzionato e laddove non è conveniente da un punto di vista economico”.
Accanto a queste novità verranno introdotti anche altri sistemi, sottolinea il Sindaco di Reggio Calabria, “come la raccolta condominiale che sarà fatta non più con i mastelli piccoli ma con cassonetti dedicati o cestelli più grandi. E poi le isole ecologiche itineranti, l’avvio della nuova ricicleria e del nuovo centro di riuso di fronte all’isola ecologica di Condera e la realizzazione di una seconda isola ecologica con l’attivazione di premialità al momento del conferimento”. Nella nuova strategia messa a punto dall’amministrazione comunale, previsti inoltre la reintroduzione della raccolta stradale nei quartieri in cui il porta a porta ha presentato maggiori problemi e l’istituzione di mini isole ecologiche nei quartieri con conferimento di frazioni differenziate compreso il compostaggio di prossimità prevedendo, anche in questo caso, premialità. In alcuni quartieri come Arghillà, Marconi e Ciccarello, poi, nella fase di start-up saranno effettuate raccolte nei cassoni grandi, differenziando nei giorni stabiliti con presidio fisso, con l’obiettivo finale di arrivare alla cosiddetta Tarip, ovvero la tariffa puntuale. “Si tratta – conclude Falcomatà – di un nuovo percorso che punta gradualmente a superare i disagi e le criticità che si sono verificate in questi anni. Una strategia complessiva che in modo mirato e ragionato intende restituire normalità e sostenibilità all’intero sistema di raccolta dei rifiuti cittadino, nella consapevolezza che sul tema, estremamente complesso, della raccolta e gestione dei rifiuti, i Comuni non possono essere lasciati da soli ma hanno bisogno di maggiore chiarezza e programmazione”.