fbpx

Censurato lo spot tv di Lino Banfi, niente “porca puttena”: ma la Tim smentisce

Lino Banfi

Censurato lo spot Tim con Lino Banfi: al MOIGE non va giù il “porca puttena” urlato dal comico pugliese. La compagnia telefonica però smentisce

Mi hanno censurato lo spot… porca puttena!“. Avrà pensato questo Lino Banfi nell’aver visto la nuova pubblicità Tim che lo vede protagonista, con un chiaro riferimento al film “L’allenatore nel pallone“. Riferimento che scompare, quantomeno nella battuta cardine riproposta per altro agli Europei dai calciatori dell’Italia come portafortuna (e ne ha portata parecchia!) dopo ogni gol. Al MOIGE, Movimento Italiano Genitori, non è andata giù la parolaccia in una pubblicità che va in onda in fascia protetta e ha presentato una denuncia all’Istituto di autodisciplina pubblicitaria e al Comitato tv minori, spiega “La Gazzetta dello Sport”.

Non si tratta di una vittoria di altri se non dei diritti dei minori in tv e sul web, troppo spesso trascurati in sede di programmazione e realizzazione degli spot e dei programmi” ha dichiarato il Moige in un comunicato. Ma secondo Tim “non risulta nessun provvedimento del Giurì dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria o del Comitato Media e Minori e pertanto non vi è stata nessuna censura. La diffusione degli spot previsti a supporto dell’offerta calcio sta proseguendo secondo quanto pianificato lo scorso luglio”.