fbpx

Covid in Sicilia, i DATI su Terapie Intensive e degenze ordinarie: il 25% dei ricoverati è già vaccinato

covid in sicilia

Ieri il presidente Nello Musumeci ha fornito le statistiche sul tasso di occupazione negli ospedali della Sicilia: la zona gialla è praticamente dietro l’angolo

La Sicilia continua ad essere in questo momento la Regione italiana messa maggiormente in difficoltà dalla nuova ondata di contagi da Covid-19. Con il nuovo boom di ricoveri in Terapia Intensiva fatto registrare ieri, la zona gialla è ormai dietro l’angolo. Dopo il “bluff” della settimana scorsa, non è possibile sbilanciarsi troppo sul cambio di colore, è necessario aspettare il report della cabina di regina Iss-Ministero della Salute, la cui bozza come solito verrà pubblicata il venerdì mattina. I dati però sono chiari e su quelli si può fare certamente un’analisi: come affermato ieri dal presidente Nello Musumeci“in Terapia Intensiva sono 102 le persone attualmente ricoverate, ben 78 di loro non sono vaccinati. In degenza ordinaria dei 729 attuali ricoverati, 552 non hanno fatto neppure una dose di siero”. In percentuali significa che attualmente gli ospedali siciliani sono occupati al 75,8% da pazienti non vaccinati, mentre il restante 24,2% aveva ricevuto almeno una dose o completato il ciclo vaccinale. Con questi numeri la Sicilia è ora all’11% di saturazione delle Terapie Intensive, con un rialzo di 2 punti rispetto alla settimana scorsa. Il limite del 10%, che consentirebbe di restare in zona bianca, dunque, è stato superato. E l’Isola è oltre soglia anche nel dato sui ricoveri in area medica, la cui percentuale è stabile al 19%, ma ben sopra il tetto del 15%.

“Appelli, iniziative speciali, open day, testimonianze di esperti, di chi di Covid è malato o di chi è guarito – si legge ancora nel post pubblicato dal governatore – . Tutte le strade abbiamo percorso in questi mesi per far sì che i siciliani si vaccinassero. Rinnovo l’appello a tutti i siciliani e mi attendo molto dalla esecuzione della ordinanza che da oggi è diventata operativa. Noi continueremo a fare di tutto, ma anche i cittadini facciano la loro parte. La maggioranza dei siciliani lo ha dimostrato ed è tempo che ciascuno prenda coscienza del dovere civico di proteggersi”. L’obiettivo dichiarato del governo Musumeci è quello di aumentare il numero di cittadini vaccinati. Le restrizioni a cui allude il presidente sono quelli dell’ordinanza sui comuni che presto potrebbe essere ampliata nei prossimi giorni per altri centri urbani, se non si dovesse verificare un’impennata nelle vaccinazioni e i contagi dovessero aumentare. Attualmente sono state somministrate 5.575.735 dosi sulle 6.108.341 consegnate (91.3%), mentre in totale è già stato vaccinato (con almeno una dose) il 65,7% dei siciliani. Di seguito i dati per fascia d’età:

Over 80: 76,73% ha completato il ciclo vaccinale (78,58% con almeno una dose);
Fascia 70-79: 77,42% (79,74%);
Fascia 60-69: 72,29% (74,35%)
Fascia 50-59: 64,92% (68,38%)
Fascia 40-49: 57,21% (62,38%)
Fascia 30-39: 49,42% (57,49%)
Fascia 20-29: 51,27% (60,66%)
Fascia 12-19: 29,03% (44,16%)