fbpx

Afghanistan, attacco kamikaze all’aeroporto di Kabul: almeno 40 morti e 120 feriti, grave anche un Marines

/

Afghanistan, attacco kamikaze all’aeroporto di Kabul: l’Isis ha rinvendicato l’attentato, decine e decine di morti

Il bilancio, ancora parziale, dell’attentato terroristico di oggi pomeriggio all’Aeroporto di Kabul, in Afghanistan, è di almeno quaranta morti e 120 feriti, dei quali la maggior parte in gravi condizioni. Tra i feriti ci anche 5 Marines USA, di cui uno in gravi condizioni. Le prime drammatiche immagini che arrivano dall’aeroporto, che preferiamo non pubblicare, mostrano un tappeto di cadaveri lacerati. E’ probabile che il bilancio delle vittime sia di gran lunga superiore ai numeri attualmente forniti dalle autorità internazionali.

L’attentato all’aeroporto di Kabul è stato compiuto da un attentatore che si è fatto esplodere in una zona chiamata “il canale”. Lo riferisce l’inviato di Skynews sul posto spiegando che si tratta di un’area appena fuori lo scalo dove migliaia e migliaia di persone aspettano che i loro documenti vengano esaminati. In questa zona, ha spiegato il reporter, operano principalmente le truppe britanniche.

Ci sono molti morti vicino a me e il canale è diventato color sangue”. È la testimonianza di una ragazza raccolta dalla ong Cospe di Firenze. La ragazza, come fa sapere la ong, sarebbe dovuta entrare in aeroporto, “con il nostro gruppo, ma purtroppo è rimasta fuori dal gate dell’aeroporto di Kabul durante l’esplosione suicida“. Lo riferisca la Ong in una nota.

I talebani hanno chiesto agli abitanti di Kabul, attraverso degli altoparlanti, di “tornare nelle loro case” dopo la duplice esplosione avvenuta nella zona dell’aeroporto internazionale. Lo ha riferito su Twitter il corrispondente di ‘Russia Today’ in Afghanistan, che parla di problemi alla linea internet in gran parte di Kabul e di un incessante rumore di sirene di ambulanza.

Le persone all’interno dell’aeroporto di Kabul sono state avvertite di un possibile attacco con razzi contro la struttura e i militari hanno chiesto ai presenti di mettersi al riparo. Lo ha riferito una fonte presente nell’aeroporto alla corrispondente della Bbc Nafiseh Kohnavard. La cronista ha affermato su Twitter che l’allerta e’ ancora in corso.

In Afghanistan il peggio si affaccia prima del previsto. L’attentato all’aeroporto di Kabul dimostra quali danni produrrà un ritiro illogico e insensato da quel Paese. Se la democrazia, come scrive qualche sedicente esperto di politica estera, non si esporta, di certo il terrorismo si può importare. Ora bisogna correre ai ripari nel più breve tempo possibile. Nessuno si illuda che i kamikaze di Kabul siano lontani da noi. Nessuno si illuda che diritti negati e violenza siano temi da affrontare in modo ipocrita in qualche salotto. O ci svegliamo o ne pagheremo le conseguenze“. Lo scrive su Facebook il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti.

Repubblicani contro il presidente Usa Joe Biden a seguito dell’attacco avvenuto fuori dall’aeroporto di Kabul, in cui sono rimasti feriti anche tre soldati Usa. “Joe Biden ha il sangue sulle sue mani“, ha scritto su Twitter la deputata repubblicana Elise Stefanik, aggiungendo che Bidennon è adatto a essere comandante in capo“. Un altro parlamentare repubblicano, Dan Crenshaw, ha scritto su Twitter: “Signor presidente, aggiusti la confusione che ha creato. Smetta di fuggire via. Siamo ancora in guerra“.