Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria: ieri la 1ª edizione del nuovo slalom dell’Aspromonte, i vincitori

Reggio Calabria: sotto il torrido sole della prima domenica di agosto si è svolta l’inedita 1ª edizione del nuovo slalom dell’Aspromonte

Sotto il torrido sole della prima domenica di agosto si è svolta l’inedita prima edizione del nuovo slalom dell’Aspromonte. L’ennesimo impegno agonistico di questa infuocata stagione sportiva targata Scuderia Aspromonte ha rappresentato un clamoroso successo tra il numeroso pubblico che fin dalle prime ore della mattina ha assiepato i tornanti dell’ormai collaudato tracciato reggino e soprattutto tra i piloti, che hanno unanimemente speso parole di forte apprezzamento nei confronti della nuova gara organizzata dall’instancabile presidente Lello Pirino. Al termine delle consuete tre manche di gara, disputate senza alcun tipo di inconveniente tecnico-sportivo, il successo ha arriso al giovane Gaetano Rechichi, che ha portato la sua Elia Avrio St12-Suzuki sul gradino più alto del podio, tra la gioia dei suoi numerosissimi supporters. Il fuoriclasse di Acquaro di Cosoleto ha preceduto un sorprendente Domenico Chirico, sempre più a suo agio alla guida della Radical Sr4-Suzuki dell’Autosport Sorrento, il quale è riuscito a precedere l’indomito Carmelo Scaramozzino, punta di diamante della Scuderia Aspromonte e già vincitore dello slalom Santo Stefano-Mannoli, che stavolta si è dovuto accontentare della terza piazzola del podio. Alle loro spalle si sono piazzati Antonino Branca e Francesco Infortuna con le rispettive monoposto Gloria-Suzuki, che hanno preceduto lo scillese volante Gaetano Piria, vittima dell’abbattimento di qualche birillo di troppo, che ha finito per pregiudicare una performance altrimenti superlativa.

Tra i portacolori della Scuderia Aspromonte hanno trionfato nelle rispettive classi: Giuseppe Gangemi in E1 1600, il giovane Antonino Germanò in N1600, il quale si è aggiudicato anche la generale di gruppo, Saverio Fotia in A 2000, Felice Mangone in E1 1600 turbo e Giovanni Puntorieri in RS 1400. La sorella Michela, invece si è piazzata al secondo posto nella classifica femminile. Grandissima gioia ed entusiasmo alle stelle anche per il deputato Francesco Cannizzaro, autore di una prestazione encomiabile tra le strade di casa, che lo ha portato fino al secondo posto nell’agguerritissima classe N 1600. La giornata di domenica, inoltre, è stata allietata anche dall’ennesimo successo di gruppo e di classe allo slalom del Vulture Melfese ad opera di Maurizio Fazio, che sta continuando la sua cavalcata trionfale nelle gare del Campionato Italiano Slalom, dove nessuno sembra in grado di avvicinarlo. La gioia per i bellissimi avvenimenti domenicali, tuttavia, è stata guastata dalla notizia della prematura scomparsa di Salvatore Leone Patamia, storico portacolori della Scuderia Aspromonte ed esponente di una famiglia da corsa con tradizione centenaria, che ha contribuito alla nascita dell’automobilismo reggino fin dagli albori. Il padre Igino, infatti, oltre ad esser stato uno dei primi piloti automobilistici della storia reggina, è stato anche tra i fondatori della Scuderia Aspromonte nel lontano 18 febbraio 1952. Il direttivo tutto della Scuderia Aspromonte, pertanto, si stringe attorno al figlio Igino ed a tutti i parenti in questo momento triste e porge le sue più sentite condoglianze alla famiglia.