fbpx

Serie D, dopo il Roccella anche il San Luca mette la parola fine: “La società si dimette per intero e consegna la squadra al Comune”

Asd San Luca

San Luca, dimissioni in toto della società e consegna della squadra al Comune: il comunicato ufficiale del club

Un’altra componente reggina di Serie D, dopo il Roccella (tuttavia retrocesso sul campo in Eccellenza), mette la parola fine al proprio cammino. La società che ha guidato il San Luca in questi quattro anni ha detto addio, dimettendosi in toto. Di seguito il comunicato ufficiale del club.

“L’ASD San Luca ringrazia i propri tesserati per il grandissimo risultato ottenuto alla prima stagione di partecipazione al campionato di Serie D. L’impegno dimostrato da tutti ha superato ogni più rosea previsione ed ha confermato, ove ce ne fosse stato ancora bisogno, l’attaccamento alla maglia ed il rispetto verso la comunità che essa rappresentava e rappresenta. Manifestare la propria professionalità giocando in una società che non ha mai vantato capacità economiche importanti è la prova della bontà delle nostre scelte di mercato (prima uomini poi calciatori). 

Nonostante ciò, siamo costretti a prendere atto delle difficoltà che si incontrano nel cercare di fare calcio ad alti livelli in realtà come la nostra, soprattutto in tempi di emergenza sanitaria e crisi economica nazionale. Non parliamo, poi, della diffidenza che impregna ogni nostro potenziale interlocutore, istituzionale o privato. San Luca non sarà mai visto alla stregua delle altre realtà: i motivi ci sono ancora oggi sconosciuti. 

Per quanto sin qui rappresentato, siamo costretti a rinunciare, dopo 4 anni di folgoranti risultati sportivi e sociali, al proseguimento della nostra avventura. La società, per intero, intende rassegnare le dimissioni e consegnare la squadra al ComuneAspetteremo un riscontro da parte dell’Amministrazione entro 3 giorni da oggi. In mancanza di riscontro da parte dell’Ente o di qualche eventuale iniziativa privata volta a preservare quanto da Noi fatto, saremo costretti a valutare l’opzione di cessione del titolo per poter garantire la chiusura della stagione dal punto di vista economico”.