fbpx

Reggio Calabria: rapinarono noto avvocato nel suo studio, tutti condannati gli imputati [NOMI e DETTAGLI]

Reggio Calabria: rapinarono avvocato nel suo studio, tutti condannati. Risarcimento anche per il legale che si è costituito parte civile

Condanne per tutti gli imputati accusati della rapina, il 14 novembre 2012, dell’avvocato di Reggio Calabria, Giovanni Gurnari. Il Gup, Maria Rosa Barbieri, ha condannato Giovanni Morabito, detto “Ivan” e Salvatore Sinicropi a 8 anni e 8 mesi di carcere mentre a Giuseppe Morabito sono stati inflitti 10 anni e 6mila euro di multa. Antonio Marino, secondo l’accusa avrebbe ordinato la rapina quale ritorsione per la separazione dell’avvocato Gurnari dall’ex moglie, la sorella dell’imputato, condannato a 7 anni, un mese e 10 giorni di carcere. Marino, infatti, “in qualità di mandante – è scritto nel capo di imputazione – commissionava una rapina nello studio dell’avvocato Gurnari che veniva materialmente eseguita da Giovanni Morabito detto ‘Ivan’, Giuseppe Morabito, Salvatore Sinicropi i quali, con volto travisato, con violenza (consistita nel colpire Gurnari sia con il calcio della pistola, sia con calci alle gambe) e sotto la minaccia di un’arma, si impossessavano di diversi monili in oro e di 9 orologi (di cui 6 Rolex, un Gerard Perregaux e 2 Cartier) contenuti all’interno di una cassaforte”. Gli imputati sono stati condannati anche al risarcimento subiti dall’avvocato Gurnari che si è costituito parte civile nel processo.