fbpx

Reggio Calabria: premiato l’alunno finalista del Convitto “T. Campanella” alle Olimpiadi Nazionali di Astronomia

Reggio Calabria: è stato conferito allo studente Marino Raffaello Pio, della classe 3ª B del Convitto “Campanella”, quale finalista della XIX edizione delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia, unitamente alla referente del progetto, Prof.ssa Stillitano, un prestigioso riconoscimento per l’impegno profuso e per gli eccellenti risultati raggiunti

Lunedì 21 giugno scorso, alle ore 20.00, presso la sede del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria, è stata presentata un’iniziativa, in concomitanza con il Solstizio d’estate. La manifestazione si è svolta all’interno di una cornice musicale che ha visto come protagonisti il Quartetto d’archi del Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria ed ha avuto inizio con il saluto del Prof. Roberto Buonanno, Ordinario di Astronomia e Astrofisica presso l’Università di Roma “Tor Vergata”, nonché Presidente della Società Astronomica Italiana, il quale ha posto l’attenzione sui satelliti artificiali. Hanno preso parte all’evento anche il Consigliere Comunale di Reggio Calabria, Filippo Quartuccio, il quale ha sottolineato l’eccellente lavoro svolto dal Planetario per favorire la cultura scientifica, la Dott.ssa Anna Brancaccio, Dirigente Scolastico e DG per gli Ordinamenti Scolastici del MIUR e la Prof.ssa Mariella Grande, direttrice del Conservatorio “F. Cilea”. Successivamente, sono seguiti gli interventi del Responsabile scientifico dello stesso Planetario Pythagoras, Prof.ssa Angela Misiano, che ha relazionato sul “Solstizio d’estate nel segno dei giovani”: il 21 giugno è il giorno più lungo dell’anno; a mezzogiorno il Sole raggiunge il punto di massima elevazione sull’orizzonte. E’ intervenuto, inoltre, il Prof. Giuseppe Ciancia, esperto planetario, sul tema “Il cielo rubato”: l’inquinamento luminoso è una delle forme di inquinamento più sottovalutate e va controllato con l’istituzione di Leggi. La manifestazione, infine, si è conclusa con la premiazione degli studenti vincitori del Concorso Nazionale “M’illumino di meno”, con l’intervento del Prof. Pierluigi Veltri, Presidente della Giuria Regionale Calabria Olimpiadi italiane di Astronomia, il quale ha evidenziato il sensibile aumento dei “Giovani Astronomi” e, dulcis in fundo, con la premiazione degli studenti finalisti della XIX edizione delle Olimpiadi Italiane di Astronomia. In questo splendido scenario, tramite la consegna di una medaglia, è stato conferito allo studente Marino Raffaello Pio, della classe 3ª B del Convitto “Tommaso Campanella” scuola Secondaria I grado, quale finalista della XIX edizione delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia, unitamente alla referente del progetto, Prof.ssa Stillitano Domenica, un prestigioso riconoscimento per l’impegno profuso e per gli eccellenti risultati raggiunti. Il Convitto ringrazia lo staff del Planetarium Pythagoras e a Vittoria Altomonte, vincitrice delle edizioni 2018, 2019, 2020 delle Olimpiadi di Astronomia per il supporto dato all’iniziativa.

“Se le stelle, anziché brillare continuamente sul nostro capo, non fossero visibili che da una sola parte della Terra, tutti gli umani vi si recherebbero per contemplare le meraviglie del cielo”.
Seneca