fbpx

Reggio Calabria, ordigno rudimentale a Pentimele tra il Circolo del Tennis Polimeni e il Palazzetto dello Sport: quartiere blindato per il disinnesco. Le FOTO

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Reggio Calabria, gli agenti di Polizia e Municipale hanno blindato il quartiere di Pentimele per disinnescare un ordigno rudimentale piazzato tra il Circolo del Tennis Polimeni e il Palazzetto dello Sport

Un ordigno di tipo rudimentale è stato rinvenuto questa mattina a Pentimele, sul marciapiede di via Domenico Travia, a pochi metri dall’ingresso del Circolo del Tennis Rocco Polimeni e del Palazzetto dello Sport della città. Sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Municipale che hanno provveduto a chiudere le strade della zona, mettendo le persone in sicurezza. Gli agenti sono anche entrati al Circolo del Tennis dove hanno fatto spostare le persone presenti nell’ala più vicina all’ordigno, nel settore opposto della struttura (lato mare), affinchè fossero a distanza di sicurezza. Con grande prontezza e professionalità, gli artificieri della Polizia di Stato hanno poi disinnescato l’ordigno quando il quartiere era di fatto blindato. Un servizio egregio che ha tutelato la sicurezza e l’incolumità dei cittadini in modo esemplare. In corso rilievi e indagini per capire chi, come e perchè abbia piazzato lì questa bomba.