Categoria: 1° PIANOCALABRIAEDITORIALIFOTO & VIDEOFoto CalabriaFoto Reggio CalabriaGalleryNEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria, l’isola pedonale in via Marina alta non c’è più: transenne divelte, strada presa d’assalto da auto parcheggiate – FOTO LIVE

Reggio Calabria, l’istituzione dell’isola pedonale in via Marina alta non funziona: transenne divelte e parcheggi selvaggi

Non c’è nessun pedone nella nuova isola pedonale istituita due settimane fa sul corso Matteotti, la via Marina alta di Reggio Calabria. Da 14 giorni è sempre la solita storia: nessuno frequenta l’area, particolarmente scomoda per i pedoni che preferiscono gli appositi spazi del Lungomare, annesso nuovo waterfront, del corso Garibaldi ma anche del parco lineare Sud, del lungomare di Gallico, di Catona e di Pellaro, nelle periferie dove non ci sono problemi di parcheggi o code. In centro invece è un inferno, e così gli automobilisti infastiditi dalla situazione hanno reagito male. Transenne divelte e via-vai di auto, parcheggiate ambo i lati, in tutti i tratti compresi tra gli incroci con via Giulia e piazza Indipendenza, come si può vedere dalle foto a corredo dell’articolo. Un vero e proprio caos in cui purtroppo l’anarchia regna sovrana nonostante i serrati controlli della Polizia Municipale che però da soli non bastano per fronteggiare una situazione così estesa e diffusa.

Fatto sta che da un lato c’è la pessima organizzazione da parte dell’amministrazione comunale, dall’altro l’assoluta mancanza di rispetto delle regole da parte di molti cittadini. A cui però gli amministratori non riescono a far fronte, dapprima per la mancanza di un minimo di raziocinio, condivisone, comunicazione e considerazione della cittadinanza quando si assumono decisioni di tale impatto sulla vita della città; dall’altro per la mancanza di sistemi di controllo adeguati (telecamere, dissuasori, barriere fisse) che avrebbero impedito tutto questo. Un’isola pedonale di tre mesi applicata con una transenna non se mai vista neanche nei piccoli borghi dell’entroterra, ma quando le cose vengono fatte alla carlona non ci si può aspettare risultati diversi.

Peccato, perché Reggio meriterebbe di essere una città migliore.