fbpx

Reggio Calabria: la Sacal boccia le proposte della Cgil, Filt e Ugl non firmano l’accordo

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria: nella riunione di ieri con la Sacal la Filt-Cgil aveva proposto che fossero 50 gli stagionali assunti almeno al 75% dell’orario, cioè 30 ore settimanali. L’azienda non ha accettato e la Filt assieme all’Ugl non ha sottoscritto l’accordo

“Nella riunione di ieri con la Sacal la Filt-Cgil aveva proposto che fossero 50 gli stagionali assunti almeno al 75% dell’orario, cioè 30 ore settimanali. L’azienda non ha accettato e la Filt assieme all’Ugl non ha sottoscritto l’accordo. La seconda proposta della Filt era quella di trasformare il contratto degli impiegati e degli operai da part time a full time in via definitiva e non solo fino al 31 ottobre ed anche questa non accolta da parte aziendale. La terza proposta della Filt è stata quella di convocare una riunione ad hoc entro 7 giorni per stabilire la data certa del passaggio definitivo a full time dei lavoratori. Persino questa proposta è stata rigettata dall’azienda”. E’ quanto scrive in una nota la Segreteria Filt-Cgil Calabria“Stamane tutti i lavoratori consultati dalla Sacal, come era prevedibile, non hanno accettato il passaggio fino al 31 ottobre dimostrando grande coraggio e facendo fronte comune. Questa condizione ha costretto l’azienda a proporre l’assunzione di 45 stagionali al 75% (25 operi e 20 impiegati), addivenendo con un giorno di ritardo “quasi” alla proposta originaria della Cgil che proponeva 50 stagionali al 75%, dimostrandogli che i conti li sappiamo fare meglio di loro. Bene. E dunque, proprio la scelta intelligente e unitaria dei lavoratori part-time di non accettare l’elemosina di un full time fino al 31 ottobre, costringerà l’azienda, prima o poi, ad accettare la proposta della CGIL ovvero quella del passaggio definitivo a tempo pieno di tutti i lavoratori. Tutto ciò si sta verificando grazie al fronte unitario creato dai lavoratori, dalla loro tenacia e per la scelta della Filt-Cgil che continuerà a sostenere la loro battaglia. Adesso tutti si intesteranno questa prima vittoria. Ma si sappia il cammino è ancora lungo e la Filt Cgil sarà vigile e attenta affinché non passino sotterfugi e giochetti sulle spalle dei lavoratori che fino ad oggi hanno sopportato il peso di scelte aziendali sbagliate e che non miravano agli interessi del lavoro e dell’aeroporto internazionale di Lamezia. Noi non molleremo di un centimetro fino a quando tutti i lavoratori non saranno stabilizzati a tempo pieno. Ora si accomodino lor signori, parlino pure, ma carta canta”, conclude la nota.