Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria: la Filcams-Cgil provinciale proclama una giornata di mobilitazione e richiede un incontro in Prefettura per lavoratori GDM

Reggio Calabria: la nota della la Coord. Prov.le della Filcams Cgil, Samantha Caridi

“La Filcams-Cgil Prov.le Reggio Calabria ha inviato una lettera formale alla Prefettura di Reggio Calabria e, per conoscenza, al Ministero Dello Sviluppo economico e al Prof. Marcello Parrinello, Commissario Straordinario GDM in A.S. per comunicare la proclamazione di giornata di mobilitazione e, allo stesso tempo, per richiedere un incontro in Prefettura”. Lo afferma in una nota la Coord. Prov.le della Filcams Cgil Reggio Calabria, Samantha Caridi.

“A preoccupare la Filcams-Cgil provinciale la risposta del Commissario Straordinario Parrinello che,  in riferimento alla richiesta di informazioni inviata dalla scrivente O. S. riguardante il trasferimento del capannone industriale ex GDM Spa in Amministrazione, inviava la determina (allegata alla presente) assunta dal MISE che prevede la sospensione dell’aggiudicazione definitiva dello Stabile alla CA.PE.X”.

“La scrivente O. S. vuole sottolineare che la determina assunta dal MISE sostanzialmente blocca qualsiasi operazione di cessione a breve termine e lascia purtroppo nel limbo il futuro dei lavoratori che prestavano servizio da diversi anni in quella struttura”.

“All’interno del capannone industriale della GDM Spa sito in Campo Calabro oggetto di vendita all’asta e aggiudicazione alla Capex, (Società appartenente al gruppo Maiora Despar Centro sud), operavano in regime fitto ramo d’azienda dodici lavoratori quasi tutti monoreddito, che dapprima avevano prestato servizio per la GDM Spa, successivamente per la G.S. Srl attualmente in amministrazione giudiziaria e che, attualmente in NASPI, fino a ottobre 2021, intravedevano la possibilità di riprendere l’attività lavorativa con una nuova azienda, la CA.PE.X. che avrebbe assunto i 12 lavoratori di cui sopra”.

“Per questi motivi, la Filcams-Cgil provinciale, fortemente preoccupata per il futuro dei lavoratori, ha comunicato formalmente che lunedì 12 Luglio alle ore 9.30 i lavoratori manifesteranno il loro disagio con un SIT IN in Piazza Italia e chiederanno di essere ricevuti in Prefettura”.