fbpx

Reggio Calabria, lunedì flashmob di protesta in Piazza Italia: “cordoncino blu e applauso ironico contro isola pedonale e ‘nuovi’ parcheggi sul Lungomare”

fiocco blu flash mob reggio calabria

L’organizzatore Antonino Carlo Fazio ci tiene a precisare che l’iniziativa non possiede alcuna matrice politica e invita chi volesse partecipare a indossare un cordoncino blu attorno al polso per richiamare alla memoria le strisce blu dei parcheggi in Via Marina

Isola pedonale in Via Marina alta e doppio senso sul Lungomare Falcomatà. In pochi giorni è stata completamente rivoluzionata la mobilità in uno degli snodi più importanti di Reggio Calabria, ma la decisione dell’Amministrazione Comunale non sembra essere riuscita ad accontentare tutti i cittadini, soprattutto a causa del problema parcheggi che ne è scaturito. E’ per questo motivo che lunedì 5 luglio, (dalle ore 19:30, alle ore 21:30) avrà luogo in Piazza Italia un flashmob di protesta in cui tutti i partecipanti avranno un cordoncino blu attorno al polso per richiamare alla memoria le strisce blu dei parcheggi rimossi dalla via marina. Di seguito il comunicato stampa diramato dall’organizzatore Antonino Carlo Fazio:

E’ notorio che l’essere umano sia poco avvezzo ai cambiamenti, preferendo la routine che caratterizza la vita quotidiana.
E’ anche vero, però, che i cambiamenti, soprattutto quando interessano una collettività, per non risultare indigesti dovrebbero apportare migliorie, aumentando il confort di una città e di conseguenza della vita del cittadino che vi abita.
In una città come Reggio Calabria, in cui manca l’acqua in molte (troppe!) abitazioni, con la spazzatura a fare da divisorio tra un condominio e l’altro, affogata da problemi che sembrano non trovare mai una reale soluzione, le sole note di colore che ci rimangono (in grado perfino di rasserenare l’animo dell’automobilista più esasperato) sono lo spettacolo di un lungomare unico nel suo genere ed un centro storico da fare invidia a tutti.
Peccato che – dopo più di un anno di lock down e il bisogno di tornare alla normalità – l’Amministrazione Comunale abbia pensato di partorire una vera e propria “GENIALATA”, istituendo un’isola pedonale sulla parte alta della via marina e paralizzando, di fatto, la città!
La scelta di creare la suddetta isola pedonale ha determinato, come è ormai ben noto a tutti, l’abolizione di centinaia e centinai di parcheggi, situati nella via marina bassa, in quanto la stessa è divenuta strada con doppio senso di marcia.
Tale assurda situazione ha prodotto l’impossibilità di poter raggiungere il centro storico della città, poiché, se prima era difficile riuscire a trovare parcheggio, adesso è diventato praticamente impossibile!!!
Tale “GENIALATA” ha avuto come logica conseguenza quella di scoraggiare e far desistere i cittadini che abitano in periferia, o poco fuori il centro storico, dal recarsi nella zona più importante della città, con le drammatiche conseguenze, da un lato, di non poter godere appieno delle bellezze e dei tesori pubblici, dall’altro, di penalizzare la rimessa in moto di quel ciclo economico legato al rapporto negoziante / cliente, atteso che nessuno è disposto a perdere 2 ore di tempo (quando va bene) nel traffico cittadino per poi doversene tornare a casa, con le pive nel sacco, perché impossibilitato a trovare un parcheggio per la propria autovettura.
La cosa che più dispiace è notare come l’Amministrazione Comunale, campione Olimpica di scarico di responsabilità sempre verso “altri” (benché siano da 7 anni alla guida della città, vabbè…), non abbia l’onestà intellettuale, il buon senso e soprattutto l’empatia verso i propri cittadini, di capire che questa scelta, che non ha altri responsabili se non loro (almeno in questo caso mi auguro che non abbiano il coraggio di incolpare qualcun altro), non stia producendo alcun effetto positivo, risultando semmai deleteria per la città. Talvolta, chiedere scusa e tornare indietro sui propri passi non è affatto un atto di debolezza ma, al contrario, di forza e di grande responsabilità.
Alla luce di tutto ciò, ascoltando il malcontento generale, sia tra le gente che attraverso i social, ho deciso di farmi portavoce di questo disagio attraverso una forma di protesta pacifica, quale può essere un flash mob, proprio al fine di rendere pubblico e manifestare il totale disappunto della comunità cittadina verso una iniziativa che, di fatto, risulta una “GENIALATA” del tutto inutile rispetto alle primarie esigenze collettive, ponendo al contempo nuovi interrogativi sull’operato e sui reali obiettivi di visibilità dell’attuale amministrazione.
Il flash mob avrà luogo a Piazza Italia, lunedì 5 luglio, dalle ore 19:30, alle ore 21:30. Tutti i partecipanti avranno un cordoncino blu attorno al polso per richiamare alla memoria le strisce blu dei tanto, ormai, desiderati parcheggi, frettolosamente eliminati dalla via marina. Esporremo pubblicamente le nostre lamentele in merito a questa situazione, concludendo con un lungo, lunghissimo, applauso, ovviamente ironico, dedicato alla “GENIALATA” partorita dall’Amministrazione Comunale.
Ci tengo a ringraziare la Dott.ssa Simona Lanzoni e il Dott. Luigi Iacopino, che hanno collaborato per la realizzazione di questa manifestazione.
Quanto ai “maligni” (che non mancano mai grazie a Dio), ci tengo a precisare due cose, di indiscutibile evidenza:

  1. La manifestazione non ha alcuna matrice di carattere politico! Chi vorrà esprimere il proprio pensiero potrà farlo liberamente, ad eccezione di chi ricopre incarichi politici dirigenziali all’interno di un partito politico, o incarichi istituzionali all’interno dell’Amministrazione Comunale o Regionale, anche perché, lor signori, hanno strumenti a sufficienza per far sentire la loro voce e, mi pare, sino ad ora che non lo abbiano fatto!

  2. Il sottoscritto – lo dico con assoluta schiettezza – è stato Dirigente di un partito politico avverso all’attuale Amministrazione Comunale e ad oggi è un semplice tesserato, ma questa mia iniziativa non ha nulla a che vedere col mio partito! L’idea di scendere in piazza e manifestare nasce dal desiderio, mio e di altri semplici concittadini, di poter godere appieno della città e, pertanto, questa è una protesta che deve riguardare tutti, toccare trasversalmente tutte le fasce di età, genere e, anche e soprattutto, appartenenza politica. Ecco perché, lunedì, accanto a me, uniti in questa manifestazione, non m’interessa avere persone che abbiano la mia stessa idea politica ma, piuttosto chi – magari lontano anni luce dal mio credo politico – condivide la mia stessa forza e determinazione nel volere un cambiamento che sia proficuo per la comunità cittadina e non amplifichi, come di fatto avviene, i disagi in cui stiamo vivendo, non benissimo, da troppi anni!”.