fbpx

Reggio Calabria: al Museo l’astronomia nella Divina Commedia con gli esperti del Planetario Pythagoras

Reggio Calabria: giovedì alle 21 la conferenza degli esperti del Planetario Pythagoras al MArRC

Anche il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria partecipa alle celebrazioni per la ricorrenza dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, con un evento organizzato in collaborazione con il Planetario Pythagoras di Reggio Calabria.

Nell’ambito delle Notti d’Estate del MArRC, domani sera alle 21.00 sulla magnifica terrazza affacciata sullo Stretto i protagonisti saranno Angela Misiano, responsabile del Planetario, e Giuseppe Ciancia, che terrà la conferenza sul tema “L’astronomia sulle orme di Dante Alighieri”. Sarà una suggestiva occasione per scoprire quanto spazio abbia avuto la disciplina scientifica nei versi della Divina Commedia e quale fosse l’interpretazione dei misteri del cielo ai tempi del Poeta fiorentino. La partecipazione all’evento è inclusa nel biglietto d’ingresso.

«Si tratta del secondo appuntamento della programmazione estiva – commenta il Direttore del Museo, Carmelo Malacrino. Un evento “stellare”, che conferma le solide sinergie da tempo messe in campo con gli enti del territorio. Dopo lo straordinario concerto dello scorso sabato, con cui gli allievi del Conservatorio “Francesco Cilea” hanno ridato vita alla terrazza del Museo, si tornerà a parlare della volta celeste, seguendo un percorso iniziato già negli anni passati e che vede MArRC e Planetario Pythagoras insieme per la promozione della cultura in città. Le piacevoli “Notti d’Estate” del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria – continua Malacrino – saranno la miglior risposta ai difficili mesi della pandemia. Nell’ultimo anno i rischi del contagio ci hanno costretto a rinunciare a momenti di condivisione culturale, socializzazione e confronto. Ora ripartiamo con entusiasmo per offrire ai visitatori un percorso integrato di arte, archeologia e saperi».

L’attenzione per la sicurezza, comunque, resta alta. I protocolli di sicurezza impongono ai visitatori il distanziamento e la mascherina negli spazi chiusi, nonché il possesso del Green Pass per la partecipazione agli eventi serali all’aperto sulla terrazza.

«È un vero piacere poter ritornare a parlare di astronomia sulla terrazza del Museo – dichiara Angela Misiano. Le serate di osservazione del cielo degli anni scorsi hanno testimoniato l’amore dei reggini e degli ospiti del MArRC per la conoscenza scientifica. Siamo lieti, in questa occasione, di portare la nostra ricerca su Dante Alighieri al Museo archeologico. Nell’antichità c’era grande attenzione per il sapere matematico e l’astronomia. Da sempre l’uomo ha alzato gli occhi alle stelle per indagare le origini dell’universo. Siamo certi – conclude Misiano – che la storia di questa disciplina nella prospettiva medievale e dantesca stupirà e interesserà coloro che vorranno raggiungerci in uno degli spazi più suggestivi della nostra città».

Per tutta l’estate ogni giovedì e sabato il Museo sarà aperto fino alle 20.00 (ultimo ingresso 22.30) e il costo del biglietto sarà di soli 3 euro. Sarà possibile visitare i quattro livelli della collezione permanente del Museo, nonché la mostra “Salvati dall’Oblio. Tesori d’archeologia recuperati dai Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale”, frutto delle operazioni del Nucleo T.P.C. di Cosenza che, negli ultimi anni, ha restituito alla collettività straordinari reperti, sottraendoli al mercato clandestino o alle collezioni private illecite. Tra le vetrine sarà possibile ammirare vasi dipinti, oggetti in bronzo e statuette ceramiche databili dall’età arcaica a quella romana, insieme a falsi contraffatti che testimoniano quanto interesse, purtroppo, ancora ci sia nella compravendita illegale delle testimonianze del nostro passato.